Il punto sui risultati degli scritti d'esame d'avvocato 2017-2018

Prove scritte esame d’avvocato 2017-2018, il punto sui risultati

Redazione

Versione PDF del documento

Si è conclusa un’altra trepidante e decisiva settimana per gli aspiranti avvocati che a dicembre hanno affrontato lo scritto dell’esame di Stato – sessione 2017-2018, in cui sono stati resi noti gran parte dei risultati delle prove scritte nelle varie Corti d’Appello d’Italia. I primi risultati, ricordiamo, sono usciti presso le Corti d’Appello di Firenze, di Bari e di Catanzaro.

Risultati a Firenze, Bari e Catanzaro

A Firenze l’esito è stato ottimo, visto che hanno superato lo scritto oltre il 70% dei candidati partecipanti (679 ammessi su 958). Un po’ meno bene, invece, per Bari, in cui meno della metà dei candidati, ovvero una percentuale del 43,74%, sono stati ammessi a sostenere la prova orale (in totale, 501 ammessi su 1.159). A Catanzaro, su 1129 candidati, a superare la prova scritta sono stati in 657; ossia il 58,19%.

Risultati a Milano, Brescia e Roma 

Pochi giorni dopo sono stati resi noti i risultati dalla Corte d’Appello di Milano, per cui gli elaborati sono stati corretti a Roma. Si apprende, in proposito, che su un totale di 2978 candidati, sono stati in 1501 a superare lo scritto d’esame d’avvocato 2017 – 2018, ovvero una percentuale pari al 50,40% (risultato pressoché uguale a quello della precedente sessione).

Percentuale più alta, invece, presso la Corte d’Appello di Brescia, per cui gli elaborati sono stati corretti a Perugia. Su un totale di 476 candidati, ne sono stati ammessi all’orale 266, ossia il 55,88%. La lettera estratta per l’avvio delle prove orali è la “S”.

Contestualmente sono giunte notizie circa gli esiti degli scritti d’avvocato sostenuti a Roma, per cui gli elaborati sono stati corretti dalla Corte d’Appello di Napoli. Come si apprende dalla Segreteria dell’Ufficio Esame avvocati della Corte d’Appello di Roma, su 2842 candidati partecipanti, a passare le prove scritte sono stati in 1177, ossia una percentuale pari al 41,41% (migliore rispetto all’anno precedente). Per l’avvio  della prova orale è stata estratta la lettera “H”.

Risultati a Reggio Calabria, Trieste e Campobasso

Di seguito sono stati resi noti i risultati della Corte di Reggio Calabria, ove sui complessivi 490 candidati, hanno superato le prove scritte in 234, ossia il 47,75 %. I relativi elaborati sono stati corretti a Messina. Presso la Corte d’Appello di Trieste hanno partecipato alle prove scritte d’esame d’avvocato in 241 candidati, e ad essere ammessi all’orale sono stati in 91, ossia il 37,75% (percentuale nettamente peggiore rispetto alla sessione scorsa). I relativi elaborati sono stati corretti a Caltanissetta. Infine a Campobasso, dei 163 candidati totali, hanno superato le prove scritte in 80, ossia il 49,07% (percentuale migliore rispetto alla precedente sessione). I relativi elaborati sono stati corretti a Trieste.

Risultati a Napoli e a Perugia

Record di “non ammessi” per la Corte d’Appello di Napoli, i cui elaborati sono stati corretti a Milano. E’ stato difatti ufficializzato che su 4195 candidati partecipanti, ne sono stati ammessi all’orale solo 1381, vale a dire il 33,5%. Visti i risultati non molto incoraggianti, infiamma già la polemica e ci si interroga sull’adeguatezza ed uniformità dei criteri di valutazione impiegati. A tal proposito l’Unione giovani penalisti di Napoli, assieme all’Unione giovani civilisti, ha richiesto un incontro in Commissione Giustizia della Camera per il prossimo 12 luglio 2018.

Risultati leggermente migliori per la Corte d’Appello di Perugia, in cui, su 323 candidati partecipanti, ne sono stati ammessi all’orale 125, ossia il 38,69%. Le prove scritte di Perugia sono state corrette a Potenza e la lettera estratta per l’avvio delle prove orali è la “D“.

Risultati a Torino, Cagliari, Genova e Messina

Percentuale di ammessi abbastanza alta, invece, per la Corte d’Appello di Torino – i cui elaborati sono stati corretti a Catania –  dove sui totali 867 candidati partecipanti, 562 sono stati ammessi alla prova orale, ossia il 64,2% (percentuale migliore rispetto alla scorsa sessione).  Quanto alla Corte d’Appello di Cagliari – i cui elaborati sono stati corretti a Reggio Calabria – su 454 candidati totali, in 216 hanno superato la prova scritta, ossia il 47,57%.

Quanto a Genova – i cui elaborati sono stati corretti a L’Aquila – si apprende dalla Segreteria dell’Ufficio Esame Avvocato che su 437 partecipanti, 180 sono stati ammessi all’orale; dunque una percentuale del 41,18%. Anche Messina ha reso noti i propri risultati d’esame d’avvocato, per cui su un totale di 406 partecipanti, 184 hanno superato lo scritto; vale a dire una percentuale pari al 45,32%.

Risultati a Palermo, Salerno, Lecce

Anche la Corte d’Appello di Palermo ha divulgato i propri “ammessi all’orale”, che sono 456 su una platea di circa 1400 candidati partecipanti, ossia poco più del 30%. E’ possibile conoscere il nome degli ammessi cliccando qui. 

Si riscontrano percentuali un pò più elevate presso la Corte d’Appello di Salerno – i cui compiti sono stati corretti a Lecce – ove su 817 candidati, 359 hanno superato gli scritti, ovvero una percentuale pari al 43, 94%. Sono giunti anche i risultati delle prove scritte d’esame presso la Corte d’Appello di Lecce – gli elaborati sono stati corretti a Torino – per cui, su un totale di 690 candidati partecipanti, ne sono stati ammessi all’orale 290, ossia una percentuale del 42, 02%.

Risultati a Catania, Bologna, Venezia, L’Aquila e Ancona

Presso la Corte d’Appello di Catania, a superare la prova scritta sono stati in 461, su un totale di 871 candidati partecipanti, ossia il 52,92%. A Bologna – compiti corretti a Palermo – sono stati in 813 su 1549 candidati partecipanti, ad essere ammessi all’orale, ovvero una percentuale pari al 52,48% (risultato peggiore rispetto all’anno precedente).

La percentuale di ammessi è piuttosto bassa a Venezia, dove, su 1162 partecipanti, in 377 hanno passato le prove scritte, ossia il 32,44%. Leggermente meglio a L’Aquila – compiti corretti ad Ancona – dove, su 475 candidati, 192 sono stati ammessi a sostenere la prova orale, ovvero una percentuale del 40,42%. Infine, presso la Corte d’Appello di Ancona, sono in 144, su un totale di 361, i candidati che hanno superato le prove scritte, ossia il 39,88% (risultato meno buono rispetto alla sessione precedente). Il quadro è, dunque, quasi al completo; mancano all’appello solo i risultati ufficiali di Potenza.

I risultati sono resi noti innanzitutto mediante affissione presso le Corti d’Appello d’appartenenza, ove vengono indicati solo i nomi di coloro che hanno superato gli scritti. E’ inoltre importante tenere sotto controllo il sito del Ministero della Giustizia, nella sezione dedicata agli esami di Avvocatura. Qui non solo è possibile, inserendo le proprie credenziali, apprendere l’esito dei propri scritti (compreso il punteggio ottenuto), ma altresì ricevere aggiornamenti e news riguardanti la sessione d’esame in corso. Da tener sott’occhio, poi, i siti delle singole Corti d’Appello, anche telefonando o recandosi, se necessario, presso le Segreterie per avere indiscrezioni e aggiornamenti.

Trapelano infine notizie circa le presunte date della prova orale, che potrebbe svolgersi dall’11 settembre al 9 novembre 2018.

Per rimanere sempre aggiornati sull’esame d’avvocato 2017 – 2018, continuate a seguirci!

Consulta la sezione dedicata alla pratica d’Avvocato!

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!