Cassazione: esecutivo il provvedimento di divisione delle spese per i figli

Cassazione: esecutivo il provvedimento di divisione delle spese per i figli

Redazione

Versione PDF del documento

Con un’importante sentenza i giudici della Cassazione hanno stabilito che il provvedimento col quale, durante un giudizio di separazione, viene prevista la ripartizione delle spese ordinarie, scolastiche e mediche, è titolo esecutivo.

La sentenza (Sez. prima civile, n. 11316 del 23 maggio 2011) ha respinto il ricorso di un padre cui l’ex moglie aveva fatto notificare un precetto per recuperare le spese scolastiche e mediche ordinarie, e, risolvendo così uno dei punti più discussi degli accordi di separazione, ha previsto che in caso di reticenza da parte del coniuge obbligato a contribuire alla spese normali, l’altro non dovrà nuovamente ricorrere al giudice per ottenere il titolo esecutivo finalizzato al pagamento.

Nelle motivazioni viene specificato che il provvedimento di affidamento «bene ed opportunamente potrebbe prevedere già dalla sua formazione in modo espresso una tale modalità od altra equipollente, per soddisfare l’esigenza di prevenire quanto più possibile le occasioni future di scontro tra i coniugi in fase di separazione o divorzio e la moltiplicazione non indispensabile di disagi e dispendi di energie non solo processuali nelle fasi e nei tempi successivi (…). Poiché una tale modalità (determinazione del quantum sulla base di documentazione rilasciata da strutture pubbliche od altri soggetti specificamente indicati nel titolo o concordati dai coniugi) corrisponde, anche in tal caso per nozioni di comune esperienza, a criteri di ordinaria frequenza statistica, la medesima può prendersi a base quale implicito elemento estrinseco al titolo, ma da esso evidentemente presupposto, idoneo a completarne il comando e ad evitare la necessità, il disagio e il dispendio di nuovi reiterati ricorsi al giudice della cognizione, se non altro tutte le volte che si tratti di spese mediche o sanitarie scolastiche ordinarie, come è pacifico trattarsi nel caso di specie».

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!