L'ordinanza balneare non può vietare di portare animali in maniera indiscriminata

L’ordinanza balneare non può vietare di portare animali in maniera indiscriminata

di Pagano Iride, Avv.

Qui la sentenza: TAR Campania, Sez. staccata di Salerno - Sez. Prima - ordinanza n. 420-2016

Versione PDF del documento

Va sospesa l’ordinanza balneare comunale nella parte in cui vieta, in maniera indiscriminata e generalizzata, di portare o tenere animali  sulle spiagge libere.

Con la seguente ordinanza cautelare  il T.A.R. Campania-Salerno ha sospeso un’ ordinanza balneare comunale, nella parte in cui vieta in maniera indiscriminata e generalizzata, di portare o tenere animali di qualsiasi tipo sulle spiagge libere.

L’ordinanza rileva profili di eccesso di potere per difetto di motivazione e violazione del principio di proporzionalità del provvedimento impugnato e afferma che il Comune  è tenuto a una regolamentazione del fenomeno, che contemperi la tutela dell’igiene pubblica e dell’incolumità delle persone con il diritto dei possessori di animali da compagnia di recare con sé i propri animali anche sulle spiagge, diritto che trova copertura  in norme di rango costituzionale.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagano Iride

Pagano Iride

Svolge la professione in Nocera Inferiore (SA) Ha ottenuto una borsa di studio presso la L.U.I.S.S.-Roma in Diritto degli Enti Locali Ha maturato esperienza professionale di difesa e rappresentanza in giudizio, anche innanzi alle Giurisdizioni Superiori, a favore sia di privati che di Amministrazioni Pubbliche Locali. Si occupa prevalentemente di diritto amministrativo, con particolare riferimento all'urbanistica, all'edilizia, al risarcimento danni nei confronti della P.A., alle procedure a evidenza pubblica,  al giudizio di esecuzione del giudicato; di diritto civile nei rapporti paritetici con la P.A..


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it