Giurisprudenza: la laurea può servire per insegnare

L’insegnamento: una valida alternativa per i laureati in giurisprudenza

Redazione

Versione PDF del documento

Molti studenti e neo-laureati in Giurisprudenza sono attanagliati dal dubbio di aver scelto un percorso di studi che li farà immettere difficilmente sul mercato del lavoro, in quanto per la professione Forense è necessario effettuare il tirocinio presso uno studio, l’esame di Stato, spesso di difficile superamento, ed infine l’iscrizione all’Albo… percorsi tutti molto lunghi, solitamente non retribuiti e dispendiosi di tempo e denaro.

Una valida alternativa a tutto ciò, che spesso non è presa in considerazione, è la possibilità di diventare docenti.

Chi non ha mai effettuato servizio di ripetizioni durante gli anni universitari? Molti sicuramente si! per cui perché non fare diventare questo lavoro universitario una valida alternativa alla professione forense? La Laurea in Giurisprudenza da la possibilità di accedere alla classe di concorso A-46 (ex A019 ) Scienze giuridico-economiche nelle Scuole Secondarie di II grado.

Accedere al mondo della scuola per il laureato in Giurisprudenza è molto più semplice e veloce di quanto possa sembrare, si possono seguire tre strade:

  • l’invio della domanda di messa a disposizione (MAD) che può essere fatta anche senza l’integrazione delle materie
  • l’inserimento nelle graduatorie di terza fascia
  • Partecipare al il Concorso Pubblico Nazionale del 2018 per conseguire l’abilitazione

La domanda di messa a disposizione è sicuramente un buon modo per iniziare ad addentrarsi nel mondo della scuola riuscendo ad avere i primi incarichi di supplenza che possono essere di media o lunga durata a seconda di che problematica ha il docente che si va a sostituire.

Non è necessario per presentare la MAD essere in possesso dell’abilitazione. Il servizio di Doocenti.it che si occupa dell’invio della Messa a Disposizione ti permette attraverso pochi semplici passi di inviare la tua candidatura a migliaia di Istituti della tua Provincia e della Penisola.

Il servizio è garantito con modalità soddisfatti o rimborsati: questo significa che Doocenti.it garantisce un rimborso totale dell’importo versato se non si è soddisfatti del servizio ricevuto.

 

 

 

Al fine di accedere alle graduatorie di Istituto ed accedere alla terza fascia (dove sono iscritti i docenti in possesso dei crediti formativi universitari per accedere all classe di concorso ma senza abilitazione) è necessario attendere la riapertura che avviene ogni tre anni (prossimo rinnovo 2020).

La laurea in Giurisprudenza offre la possibilità di partecipare ai concorsi pubblici, come ad esempio il concorso per la Magistratura, per diventare notai, commissario di Polizia o funzionario presso l’Agenzia delle Entrate.

Si può inoltre inoltrarsi nel settore privato come consulente per stipulazioni contratti, successioni ed altro.

Chi vuole infine diventare insegnate può acquisire l’abilitazione partecipando al Concorso Nazionale del 2018 indetto dal MIUR.

Vi possono prendere parte tutti i laureati che siano in possesso di Lauree Vecchio Ordinamento, Specialistiche o Magistrali, per l’accesso è necessario però aver acquisito precedentemente i 24 CFU nelle materie antropo-psico-pedagogiche-metodologiche richiesti dal MIUR.

L’acquisizione dell’abilitazione è molto importante per i docenti in quanto consente di accedere alla graduatoria di II fascia e di arrivare prima al tanto sospirato incarico di ruolo.

Vuoi accedere al concorso scuola 2018? guarda come conseguire i 24 CFU richiesti dal MIUR con l’offerta formativa di doocenti.it collegati al nostro sito nella sezione formazione e scopri il nostro percorso.

Il servizio clienti telefonico è sempre attivo e pronto a rispondere ai quesiti degli utenti.  0240031013

Metti subito a disposizione le tue competenze! Registrati e invia subito la tua Messa a Disposizione su www.Doocenti.it

Doocenti.it è anche su Facebook all’indirizzo mettendo un “mi piace” alla pagina rimarrai sempre aggiornato sulle nostre attività.

 

Guarda il video => VIDEO MESSA A DISPOSIZIONE

Volume consigliato 

Vecchie e nuove minoranze: definizioni e strumenti di tutela

Vecchie e nuove minoranze: definizioni e strumenti di tutela

Luciana De Grazia, Laura Lorello, Giuseppe Verde (a cura di), 2018, Maggioli Editore

Le relazioni raccolte in questo volume rappresentano uno degli esiti dell’attività di ricerca del PRIN (Progetto di rilevante interesse nazionale) 2010-2011 “La lingua come fattore di integrazione sociale e politica” (coordinatore nazionale prof. Paolo Caretti,...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it