Cambia il lavoro pubblico con il Decreto Reclutamenti

Redazione 05/07/21
Scarica PDF Stampa
”Dobbiamo assumere velocemente i tecnici necessari per la gestione dei progetti del Pnrr con un rafforzamento della capacità amministrativa e quindi assunzioni per la transizione digitale e la giustizia. Questo reclutamento a termine è fatto per il Pnrr”, ha affermato il ministro Brunetta durante l’audizione del 1° luglio 2021 in Commissioni congiunte Affari Costituzionali e Giustizia del Senato sul disegno di legge di conversione in legge del DL 9 giugno 2021, n. 80, c.d. Decreto Reclutamenti.

L’audizione del Ministro per la Pubblica Amministrazione

Il Decreto Reclutamenti (come anticipato nel nostro articolo) reca misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni. Queste misure contenute nel primo dei due titoli che compongono il DL sono volte all’introduzione di modalità speciali per il reclutamento per il PNRR e l’accrescimento della capacità funzionale della Pa.

Il decreto – spiega il Ministro Brunetta – rafforza la capacità amministrativa e punta alle assunzioni per la realizzazione del Pnrr. Sono definite regole di velocizzazione per gestire la montagna di progetti. Alla fine del contratto a tempo determinato 3+2, questo verrà considerato titolo valido per una sorta di stabilizzazione del 40% per poter fruire nella Pa di queste competenze”.

Portale per il reclutamento

Il Ministro afferma inoltre che stanno realizzando un portale per il reclutamento simile a Linkedin che partirà da settembre e consentirà ai giovani di inserire il proprio curriculum. Al momento si sta lavorando per definire un protocollo di intesa con gli ordini professionali in modo da avere una collaborazione e trasfusione dei curricula. In sostanza sarà un portale di offerta e domanda di lavoro.

In conclusione, Brunetta esprime un giudizio riassuntivo sul provvedimento: “Il decreto Reclutamenti non è un provvedimento omnibus. Ha una sua specificità. Si tratta di un provvedimento che disciplina nuove regole straordinarie per un momento storico senza precedenti. Il passaggio parlamentare può e deve essere l’occasione per migliorare il testo, ma non possiamo correre il rischio che diventi un veicolo per interventi spot per assunzioni ordinarie nelle pubbliche amministrazioni.”

Guarda il Video del ministro Brunetta in audizione al Senato sul DL Reclutamento

Consulta le Slide audizione Senato sul DL 80/2021 (PDF)
“RECLUTAMENTO, MERITO E CARRIERE: ECCO COME CAMBIA IL LAVORO PUBBLICO”

 

Consigliamo:

Il lavoro pubblico

Alla vigilia della nuova stagione di riforme sul lavoro pubblico, il volume si pone come autorevole commento dello stato dell’arte, ma anche – e soprattutto – come opera attenta agli aspetti pratici dell’ormai immensa e ingarbugliata matassa stratificata disciplina del pubblico impiego.Coniugando l’ampiezza del trattato con la fruibilità del testo specialistico, il volume garantisce la approfondita disamina di tutti i temi del lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni, dalla contrattualizzazione alle novità “in tempo reale” della pandemia e del Governo Draghi.Tratto distintivo dell’opera è la sua coralità, in cui i 40 autori e autrici si rivolgono a tutti gli operatori della materia (magistratura, avvocatura, segretari, dirigenti, datori di lavoro, sindacato) ma anche a chi si accosta al tema per la prima volta (a fini di studio e/o concorsuali) con puntuali rinvii interni e strutturate bibliografie per ogni argomento affrontato.Il risultato è un testo che tratta la disciplina e le fonti (sez. I); il diritto sindacale (sez. II); l’accesso al lavoro (sez. III); i contratti di lavoro flessibile (sez. IV); il rapporto di lavoro (sez. V); la mobilità individuale (sez. VI); il potere disciplinare e le responsabilità del dipendente pubblico (sez. VII); la risoluzione del rapporto di lavoro (sez. VIII); la dirigenza pubblica (sez. IX).Alessandro BoscatiOrdinario di Diritto del Lavoro presso l’Università degli Studi di Milano. Coordinatore scientifico del corso di perfezionamento in “Salute e Sicurezza del lavoro: organizzazione, gestione e responsabilità” organizzato dall’Università degli Studi di Milano. Già Prorettore delegato al Personale e alle politiche per il lavoro presso l’Università degli Studi di Milano. Autore di oltre cento pubblicazioni scientifiche, tra cui le opere monografiche Il dirigente dello Stato. Contratto di lavoro ed organizzazione, 2006 e Patto di non concorrenza. Art. 2125, 2010, annovera una continua attività di formazione in materia di diritto del lavoro e relazioni sindacali presso Università, altri organismi pubblici e società private. In particolare, è docente ; presso laSNA (Scuola Nazionale dell’Amministrazione, già Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione) e presso la Scuola Superiore della Magistratura, nonché nei master organizzati dalle Università degli Studi di Bologna, di Roma “La Sapienza, di Venezia “Ca’ Foscari”; nelle scuole di specializzazione delle Università degli Studi di Parma, di Pavia, di Padova.Con il coordinamento scientifico del Prof. Giuseppe Pellacani

A cura di Alessandro Boscati | 2021 Maggioli Editore

79.00 €  75.05 €


Leggi anche: 

Redazione

Tag