Irregolarità fiscale ed esclusione dalle gare d'appalto

Irregolarità fiscale e attualità dell’illecito come causa di esclusione

di Biamonte Alessandro, Referente Area Diritto Amministrativo

Qui la sentenza: Consiglio di Stato -V sez. - sentenza n. 4594 del 26-07-2018

Versione PDF del documento

Una precedente esclusione per irregolarità fiscale non può assumere rilievo, quale motivo di esclusione, in termini di grave illecito professionale, e quindi circostanza da dichiarare, atteso che, diversamente opinando, si realizzerebbe una indefinita protrazione di efficacia, “a strascico”, delle violazioni relative all’obbligo di pagamento di debiti per imposte e tasse, laddove l’art. 80, comma 4, del d.lgs. n. 50 del 2016 riconosce efficacia escludente alla partecipazione alla gara solamente sino al momento in cui il concorrente non provveda alla regolarizzazione della propria posizione, od anche ottenga la rateizzazione del debito tributario e sia in regola con i relativi pagamenti.

Milita, sul piano interpretativo, in favore dell’assunto anche la circostanza per cui l’art. 80, comma 5, lett. c), del codice dei contratti pubblici, per quanto norma di non agevole esegesi stante la disomogeneità delle fattispecie contemplate, sembra comunque permeata da una nozione di attualità dell’illecito, nel senso di commesso in un arco temporale tale da fare ritenere vulnerato il rapporto fiduciario.

Volume consigliato 

La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza

La legge 241/90 commentata con la giurisprudenza

Serafina Frazzingaro - Giuseppe Raffaele Macrì - Pierluigi Rotili, 2018, Maggioli Editore

A distanza di meno di un anno dall’ultimo intervento normativo sul- la legge 241/1990, il legislatore è nuovamente intervenuto con il D.Lgs. 16 giugno 2017, n. 104, che, attuando la direttiva comunitaria in tema di valutazione di impatto ambientale, ha reso necessaria una modifica...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

alessandro-biamonte

Biamonte Alessandro

Avvocato cassazionista, ha maturato una esperienza ventennale nel campo del diritto amministrativo, dell'area giuspubblicistica e della tutela dei diritti fondamentali. Consulente di Pubbliche amministrazioni, imprese e privati in materia, docente di diritto processuale amministrativo presso l'Università degli Studi Europea di Roma – Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, attualmente insegna presso l'Università degli Studi Marconi di Roma e la Marconi International University approfondendo, nell'ambito del modulo di docenza del Corso di Alta Formazione in Management della sicurezza informatica, le tematiche normative legate alla cybersicurezza come obiettivo strategico nel contesto delle politiche di intelligence. Attualmente è altresì docente presso l'Università degli Studi Marconi di Roma nel corso di alta formazione universitaria in Data Protection Officer. Si occupa prevalentemente di diritto Amministrativo, diritto degli enti locali, contratti e appalti pubblici, telecomunicazioni, urbanistica, espropriazioni per p.u., diritto delle nuove tecnologie. Ha dato vita, con docenti universitari e professionisti altamente specializzati del settore, a un innovation hub virtuale, che funga, anche per mezzo di un competence center, da motore propulsore e consulenziale nel sostegno alle realtà imprenditoriali nell'attuazione del piano "Impresa 4.0". Per Diritto.it è Referente dell'area di diritto amministrativo.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it