Fermo amministrativo, chiarimenti delle Sezioni Unite

Fermo amministrativo, chiarimenti delle Sezioni Unite

di Redazione

Versione PDF del documento

Lilla Laperuta

Nell’ordinanza 18 ottobre 2012, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno fornito chiarimenti in ordine alla ripartizione della competenza giurisdizionale in materia di impugnazione del preavviso di fermo amministrativo.

In particolare si è distinto:

a) il caso in cui il fermo amministrativo attenga ad debito di natura tributaria; in tale circostanza il debito deve essere impugnato davanti alla commissione tributaria territorialmente competente;

b) dal caso del debito di natura extra tributaria. Ricorrendo tale fattispecie il preavviso deve essere impugnato davanti al Tribunale.

È stato inoltre precisato che il preavviso di fermo amministrativo è un atto autonomamente impugnabile trattandosi, sempre e comunque, di un atto funzionalizzato alla conoscenza da parte del debitore della pretesa dell’Amministrazione, rispetto alla quale vi è interesse ad agire in giudizio ex art. 100 c.p.c. per il controllo della legittimità sostanziale della pretesa medesima.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!