Domande e risposte sul Green pass. Le nuove regole

di Luisa Di Giacomo, Avv.

Il 31 dicembre 2021 sono entrate in vigore le nuove regole relative a green pass, luoghi in cui accedere e quale certificazione verde serve (base, super o mega green pass), quarantena, mascherine e tanto altro. Queste nuove misure sono contenute nel decreto legge n. 229 del 30 dicembre 2021.
A questo decreto è poi seguito il Decreto Legge n. 1 del 7 gennaio 2021 che introduce ulteriori misure da rispettare, come l’estensione dell’obbligo di vaccinazione agli ultra cinquantenni, al personale delle università, delle istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica e degli istituti tecnici superiori e misure urgenti per il tracciamento dei contagi nella scuola.

Riassumiamo le novità in 20 domande e risposte.

Indice:

  1. Che differenza c’è tra green pass base e green pass rafforzato o super?
  2. Quanto dura il green pass?
  3. Che cos’è e a che cosa serve il green pass booster (o mega)?
  4. Dove è attualmente obbligatorio il green pass rafforzato o super?
  5. A partire dal 10 gennaio dove sarà ulteriormente esteso il green pass rafforzato o super?
  6. Quanto durerà l’obbligo di green pass?
  7. Quale green pass serve per i mezzi di trasporto?
  8. Che cosa si potrà fare con il green pass base?
  9. Che cosa succede se mi ammalo?
  10. Come posso ottenere nuovamente il green pass dopo essere guarito?
  11. I bambini sotto i dodici hanno l’obbligo di green pass?
  12. Come è cambiata la quarantena?
  13. Che cosa si intende per contatto stretto con un positivo?
  14. Come si deve comportare il positivo?
  15. Le mascherine sono obbligatorie?
  16. Chi sono i soggetti esenti dal green pass?
  17. Chi è esente da green pass cosa può fare?
  18. Si possono fare feste?
  19. È cambiato qualcosa per gli stadi?
  20. Per andare a lavorare quale green pass mi serve? Ho l’obbligo di vaccinarmi?

1. Che differenza c’è tra green pass base e green pass rafforzato o super?

Il green pass base viene dato a chi ha fatto un tampone con esito negativo. Il green pass rafforzato o super si ottiene con il vaccino oppure se si è guariti dal Covid.

2. Quanto dura il green pass?

Il green pass base dura 48 ore da quando viene effettuato il tampone rapido e 72 ore in caso di molecolare. Il green pass rafforzato (super) dura sei mesi dal momento del certificato di avvenuta guarigione da Covid, oppure nove mesi se ottenuto per vaccino. Dal primo febbraio 2022 la durata sarà di sei mesi per entrambi i green pass

3. Che cos’è e a che cosa serve il green pass booster (o mega)?

È il green pass che viene rilasciato a chi ha già fatto la terza dose e serve per accedere alle RSA. Chi non avesse fatto la terza dose può accedere alle RSA con un super green pass ed un tampone negativo.

4. Dove è attualmente obbligatorio il green pass rafforzato o super?

Attualmente si accede solo con super green pass a: ristoranti e bar al chiuso, anche per consumazione al bancone, piscine, palestre e sport di squadra al chiuso, spogliatoi, musei e mostre, centri benessere al chiuso, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia) al chiuso, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

5. A partire dal 10 gennaio dove sarà ulteriormente esteso il green pass rafforzato o super?

Spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati), eventi e competizioni sportive al chiuso o all’aperto, alberghi e strutture ricettive, feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, sagre e fiere, centri congressi, ristoranti e bar al chiuso e all’aperto, impianti sciistici di risalita, piscine centri sportivi all’aperto e al chiuso, centri culturali, centri sociali e ricreativi anche all’aperto.

6. Quanto durerà l’obbligo di green pass?

Dal 10 gennaio al 31 marzo 2022.

7. Quale green pass serve per i mezzi di trasporto?

Fino al 10 gennaio basterà il green pass base per i mezzi locali ed urbani, e serve già da ora il super green pass per tutti i trasporti extraurbani, interregionali, internazionali, alta velocità eccetera. Dal 10 gennaio anche per i trasporti locali ed urbani sarà obbligatorio il green pass rafforzato.

8. Che cosa si potrà fare con il green pass base?

Dal 10 gennaio si potrà solo andare a lavorare e frequentare gli esercizi aperti al pubblico o uffici pubblici dove non viene chiesto il green pass (ad esempio supermercati, negozi, parrucchieri, estetisti, uffici pubblici). Per tutto il resto, ivi compresi i mezzi pubblici, e le consumazioni al banco del bar, servirà il green pass rafforzato o super.

9. Che cosa succede se mi ammalo?

Se possiedi il green pass, ma risulti positivo ad un test, il tuo green pass verrà revocato.

10. Come posso ottenere nuovamente il green pass dopo essere guarito?

Quando il tuo medico emetterà il certificato di guarigione, il green pass che ti era stato revocato ti verrà nuovamente attivato, e contestualmente ti verrà emesso il green pass di guarigione. Avrai così due green pass, di cui il secondo avrà scadenza più lunga (e di questo dovrai tenere conto quando verrà il momento di rinnovarlo, ma al momento non si sa ancora come).

11. I bambini sotto i dodici hanno l’obbligo di green pass?

No, e possono viaggiare ed accedere a tutte le attività per cui è previsto il green pass. Se si sottoporranno a vaccino, anche loro saranno muniti di green pass, ma non sarà comunque obbligatorio esibirlo.

12. Come è cambiata la quarantena?

A partire dal 31 dicembre 2021, se sei vaccinato con tre dosi, se sei guarito dal Covid, o se hai ricevuto solo due dosi di vaccino da meno di quattro mesi, non devi fare alcuna quarantena se hai avuto un contatto stretto con un positivo e sei asintomatico, ma devi indossare per dieci giorni la mascherina FFP2.

Se hai sintomi devi effettuare un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.

Se la tua ultima dose di vaccino risale a più di 120 giorni prima, devi osservare 5 giorni di quarantena, con obbligo di tampone negativo al termine di periodo di isolamento.

Se non sei vaccinato devi stare dieci giorni in quarantena, con obbligo di tampone negativo al termine

13. Che cosa si intende per contatto stretto con un positivo?

Si intendono i conviventi, chi ha avuto un contatto fisico (stretta di mano ad esempio), chi è stato a contatto diretto (faccia a faccia) per oltre 15 minuti a meno di 2 metri di distanza senza protezione in un ambiente chiuso, il passeggero in treno o in aereo seduto a meno di 2 posti di distanza, i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo o del treno dove la persona positiva era seduta, il personale sanitario senza adeguati dispositivi di protezione, i colleghi di ufficio.

14. Come si deve comportare il positivo?

Le persone risultate positive, ma asintomatiche, devono stare in isolamento per dieci giorni al termine dei quali devono effettuare un tampone con esito negativo.

Le persone risultate positive e con sintomi possono rientrare in comunità dopo un isolamento di dieci giorni a decorrere dalla comparsa di sintomi e un test molecolare negativo eseguito dopo almeno tre giorni senza sintomi.

15. Le mascherine sono obbligatorie?

Sì, anche all’aperto, in tutta Italia. Sui tutti i mezzi di trasporto, di qualunque tipo sono obbligatorie le FFP2.

16. Chi sono i soggetti esenti dal green pass?

Sono esentati dalla presentazione del green pass i bambini sotto i dodici anni, i soggetti esenti da vaccinazione per motivi di salute sulla base di idonea certificazione medica. Fino al 31 gennaio 2022 possono essere utilizzate le certificazioni cartacee rilasciate a titolo gratuito, dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale. Sono esenti altresì i cittadini che hanno ricevuto il vaccino ReiThera (una o due dosi) nell’ambito della sperimentazione Covitar fino al 31 gennaio 2022. Resta valida la certificazione rilasciata dal medico responsabile del centro di sperimentazione in cui è stata effettuata.

17. Chi è esente da green pass cosa può fare?

Per accedere ai servizi e alle attività che richiedono un green pass, le persone che non possono ricevere o completare la vaccinazione per motivi di salute possono utilizzare fino al 31 gennaio 2022 la Certificazione di esenzione dalla vaccinazione, rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale. Sono validi i certificati di esenzione vaccinali già emessi dai Servizi sanitari regionali, sempre fino al 31 gennaio 2022. La Certificazione di esenzione è in formato cartaceo, gratuita e non contiene la motivazione clinica dell’esenzione.

18. Si possono fare feste?

Per i luoghi privati non sono previsti limiti o prescrizioni, ma si raccomanda di evitare assembramenti. Fino al 31 gennaio sono vietate feste all’aperto, eventi, concerti, o comunque ogni tipo di assembramento all’aperto. Sono chiuse sempre fino al 31 gennaio le discoteche.

19. È cambiato qualcosa per gli stadi?

È cambiata la capienza, che dal 31 dicembre torna al 50% per gli stadi all’aperto ed al 35 % per stadi e palazzetti al chiuso.

20. Per andare a lavorare quale green pass mi serve? Ho l’obbligo di vaccinarmi?

Nel momento in cui si scrive, 31 dicembre 2021, l’obbligo di vaccinazione vale solo per: personale sanitario, personale scolastico, forze dell’ordine e lavoratori delle RSA.

Per tutte le altre categorie di lavoratori è sufficiente il green pass base per andare a lavorare, anche qualora la prestazione di lavoro si svolga in luoghi in cui è obbligatorio il green pass rafforzato per accedere (ad esempio: elettricista che deve andare a fare un lavoro in un teatro).


Rimani aggiornato!

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

luisa-di-giacomo

Luisa Di Giacomo

Si è laureata a pieni voti all’Università di Torino, ha studiato in Francia e negli Stati Uniti e da quindici anni svolge la professione di avvocato. Mediatore professionista e docente presso Master e corsi specialistici in materia di mediazione, dal 2012 si occupa esclusivamente di privacy e protezione di dati personali. Ha conseguito il Master Federprivacy nel 2016, è DPO in una ventina di Comuni ed Enti Pubblici in Piemonte e consulente privacy per aziende in ambito sanitario e tecnologico.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it