Decreto Semplificazioni 2021, testo ufficiale approvato: le novità del superbonus

di Redazione

Decreto Semplificazioni 2021, testo ufficiale approvato in Consiglio dei Ministri del 28 maggio: sarà più facile accedere al superbonus e lo SPID potrà essere usato con delega a soggetti terzi.

Il decreto Semplificazioni approvato il 28 maggio 2021 è il primo tassello per l’avvio dei progetti legati al Recovery Plan e, tra le novità, stabilisce l’articolazione della governance del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Dare impulso agli investimenti, e velocizzare l’iter di attuazione delle opere è uno degli obiettivi del decreto Semplificazioni 2021, che modifica le regole in materia di appalti e snellisce l’iter per l’avvio dei lavori.

Tra le novità, spiccano le semplificazioni relative al superbonus del 110 per cento: per l’avvio dei lavori basterà la CILA, e non è più richiesta la doppia conformità. Non c’è l’estensione agli alberghi, come preannunciato inizialmente, ma potranno accedere alla maxi detrazione fiscale anche ospedali, case di cura, caserme e ospizi.

Semplificazioni anche per la digitalizzazione: arriva la delega per lo SPID, al fine di favorire la diffusione capillare dell’identità digitale e, in materia di rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione, viene eliminato l’obbligo di pagare l’imposta di bollo di 16 euro per i certificati anagrafici richiesti online.

Analizziamo di seguito le novità contenute nel testo definitivo del decreto Semplificazioni 2021, atteso in Gazzetta Ufficiale, con un focus particolare sulle misure in materia di superbonus e SPID.

 

Decreto Semplificazioni 2021, le novità sul superbonus del 110%

Il decreto Semplificazioni 2021 mette il turbo ai cantieri per i lavori rientranti nel superbonus del 110 per cento, con il fine di favorire l’efficientamento energetico degli edifici e rendere pienamente operativa un’agevolazione rimasta al palo per le complicazioni burocratiche.

Basterà la CILA per l’avvio dei lavori, al pari di quanto previsto per la generalità dei lavori edilizi detraibili.

Ad illustrare le novità, in attesa del testo ufficiale del decreto Semplificazioni approvato il 28 maggio 2021 è il Sole24Ore.

Vediamo punto per punto cosa cambia per chi intende accedere al superbonus del 110 per cento.

Modificando quanto previsto dal comma 13-ter dell’articolo 119 del decreto Rilancio, i lavori rientranti nel superbonus del 110 per cento vengono considerati come opere di manutenzione straordinaria, per il cui avvio basterà la comunicazione di inizio lavori asseverata, la CILA per l’appunto, ad eccezione dei lavori di demolizione e ricostruzione.

La CILA relativa al superbonus del 110 per cento per i lavori su edifici costruiti dopo il 1° settembre 1967 dovrà contenere gli estremi del titolo abitativo che ha previsto la costruzione dell’immobile o del provvedimento di legittimazione.

Cosa cambia? In sostanza, non sarà più necessaria la doppia conformità, ossia l’attestazione di stato legittimo.

La CILA e i dati ivi indicati determinano inoltre i casi di decadenza dal superbonus del 110 per cento. Decade dall’agevolazione chi non la presenta, chi effettua interventi difformi rispetto a quanto indicato o chi dichiara informazioni non corrispondenti al vero.

In merito invece ai soggetti che potranno accedere al superbonus del 110 per cento, il decreto Semplificazioni non prevede l’estensione agli alberghi, come inizialmente annunciato. Potranno beneficiare dell’agevolazione le caserme, le case di cura, gli ospedali e gli ospizi.

Decreto Semplificazioni 2021, SPID con delega

Il decreto Semplificazioni 2021 punta sulla digitalizzazione nel rapporto tra cittadini e Pubblica Amministrazione, ed interviene anche sulle modalità di utilizzo delle credenziali SPID.

L’Identità Digitale potrà essere utilizzata da soggetti delegati. Il conferimento della delega per lo SPID è stato introdotto con il fine di favorire una diffusione massiccia delle credenziali per l’accesso ai servizi pubblici, anche tra quelle fasce di popolazione meno avvezze all’uso degli strumenti tecnologici.

 

Volume consigliato

Superbonus e condominio

Superbonus e condominio

Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore

Maggioranza ridotta per l'approvazione delle delibere in materia di Superbonus. Questa la principale novità in questo scorcio d'anno per quel che riguarda l'attività dell'amministratore di condominio. Nell'ebook, in formato pdf di 71 pagine, una panoramica delle ultime...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!