Coronavirus: confermato il blocco degli sfratti fino a giugno 2021

di Redazione

Il Milleproroghe conferma il blocco dell’esecuzione degli sfratti per morosità fino al 30 giugno 2021. Un segnale forte per aiutare gli inquilini in difficoltà, che in un momento di emergenza sanitaria come questa, sarebbero costretti ad andare per strada, con il peso di dover affrontare anche una procedura in Tribunale.

A disporlo il comma 13 dell’art 13 del desto definitivo pubblicato in Gazzetta in 31 dicembre 2020 che così dispone: ” La sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili, anche ad uso non abitativo, prevista dall’articolo 103, comma 6, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e’ prorogata sino al 30 giugno 2021 limitatamente ai provvedimenti di rilascio adottati per mancato pagamento del canone alle scadenze e ai provvedimenti di rilascio conseguenti all’adozione, ai sensi dell’articolo 586, comma 2, c.p.c., del decreto di trasferimento di immobili pignorati ed abitati dal debitore e dai suoi familiari.”

Volume consigliato

SFRATTI E PROCESSO LOCATIZIO: COSA CAMBIA CON I DECRETI EMERGENZIALI

SFRATTI E PROCESSO LOCATIZIO: COSA CAMBIA CON I DECRETI EMERGENZIALI

Giuliana Gianna, 2020, Maggioli Editore

Le misure di contenimento per arginare la diffusione della pandemia in corso hanno coinvolto anche il settore degli sfratti. L’art. 103, comma 6, del d.l. n. 18/2020 dispone la sospensione dell’esecuzione per rilascio di immobili, anche ad uso non abitativo, fino al 30 giugno...



Blocco sfratti

Il provvedimento, come emerge dalla lettura della norma, blocca i provvedimenti di rilascio degli immobili (anche ad uso non abitativo) solo se la procedura è stata avviata a causa del mancato pagamento dei canoni di locazione alle scadenze contrattuali e quelli che conseguono all’adozione del decreto di trasferimento di immobili già pignorati che però sono ancora abitati dal debitore e dai suoi familiari.

ISCRIVITI AL NOSTRO CORSO:

“Locazioni: contratto e sfratto in pandemia”

Canoni di locazione

Ricordiamo brevemente che lo sfratto è un procedimento giudiziale grazie al quale il padrone di casa, ovvero il locatore, può ottenere il rilascio dell’immobile da parte del conduttore quando questo, contravvenendo agli obblighi contrattuali, non provvede al pagamento regolare dei canoni di locazione.

Si legga anche:”Canone di locazione: fac simile lettera riduzione canone per covid 19″

Pagamento che, in un momento di crisi economica come quella che sta attraversando il nostro Paese, è difficile onorare per una effettiva impossibilità provocata dalla chiusura forzata di moltissime attività.

Volume consigliato

SFRATTI E PROCESSO LOCATIZIO: COSA CAMBIA CON I DECRETI EMERGENZIALI

SFRATTI E PROCESSO LOCATIZIO: COSA CAMBIA CON I DECRETI EMERGENZIALI

Giuliana Gianna, 2020, Maggioli Editore

Le misure di contenimento per arginare la diffusione della pandemia in corso hanno coinvolto anche il settore degli sfratti. L’art. 103, comma 6, del d.l. n. 18/2020 dispone la sospensione dell’esecuzione per rilascio di immobili, anche ad uso non abitativo, fino al 30 giugno...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!