Concorso Cancellieri, date pubblicate: prove preselettive dall'8 maggio 2017

Concorso Cancellieri, date pubblicate: prove preselettive dall’8 maggio 2017

Redazione

Versione PDF del documento

AGGIORNAMENTO ORE 18.30: PUBBLICATE le date ufficiali delle prove preselettive, che avranno luogo dall’8 al 24 maggio 2017, presso la Fiera di Roma, Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), ingresso Nord – ROMA.

Per ulteriori informazioni, consulta anche la pagina ufficiale del Ministero della Giustizia a questo link.

 

Finalmente oggi usciranno le date tanto attese, quelle delle prove preselettive del Concorso 800 Assistenti Giudiziari indetto dal Ministero della Giustizia lo scorso 22 novembre 2017. Monitoreremo in tempo reale, infatti, la Gazzetta Ufficiale – 4ª Serie Speciale  – «Concorsi ed esami».

Secondo quanto si dice negli ambienti più vicini al Ministero, questa dovrebbe essere la volta buona, non aspettiamoci altri rinvii: infatti, sulla base dell’incombente esigenza di inserimento del personale reclutato sul posto di lavoro, la procedura deve necessariamente velocizzarsi. Il rischio concreto è che non si riesca ad inserire sul posto di lavoro le nuove risorse già per settembre. Prevedibilmente, dunque, le date degli esami dovrebbero essere a metà estate.

 

Leggi qui l’articolo con tutte le informazioni utili sul Concorso Cancellieri 2017.

 

Concorso Cancellieri: Ultime novità

La pubblicazione vale come notifica agli iscritti al Concorso, che non potranno quindi ritenere di non essere stati informati delle date d’esame. Gli stessi hanno dichiarato, al momento dell’iscrizione, che accettavano di prendere conoscenza di ogni vicenda relativa al concorso mediante suddetta bacheca telematica.

L’ultima pubblicazione istituzionale sul sito del Ministero risale al 15 marzo, quando si è provveduto alla modifica ed integrazione della Commissione esaminatrice del concorso pubblico. Il Ministero, infatti, ha provveduto a sostituire alcuni commissari esaminatori dapprima nominati, con altri. Per consultare i nominativi della nuova commissione, che sarà preposta alla correzione dei compiti dei candidati e alla loro selezione sulla base dei risultati ottenuti, clicca qui.


Ricevuta di domanda: a cosa serve?

Nel frattempo, ricordiamo a tutti gli iscritti di non disperdere e conservare accuratamente la ricevuta di iscrizione, o meglio l’attestato dell’invio della domanda al sistema telematico del Ministero della Giustizia. Infatti, non solo chi non ha inoltrato la domanda d’iscrizione al Concorso entro i termini indicati nel bando, non potrà partecipare alla prova d’esame, né preselettiva né di concorso. Ma anche chi abbia debitamente scaricato la ricevuta di iscrizione, dal sito del Ministero della Giustizia, ma non la esibisca al personale amministrativo il giorno dell’esame, non potrà effettivamente partecipare, e svolgere quindi le prove.

La ricevuta di partecipazione al Concorso, inoltre, va esibita insieme ad un documento d’identità valido.

 

Leggi qui l’importantissima sentenza del TAR sul Concorso Cancellieri: l’assenza di posti per i dipendenti del Ministero è discriminatoria?

 

Le prove: quali materie saranno esaminate?

La prova preselettiva, di cui oggi uscirà indicazione del luogo e della data, consisterà nella compilazione di domande a risposta multipla in materia di elementi di diritto pubblico e  amministrativo. Solo i primi 3mila e 200 candidati classificati saranno quindi ammessi alle vere prove concorsuali, due scritte e una orale, così ripartite:

  • una prima prova scritta consisterà nella somministrazione di n.  60 domande a risposta multipla, aventi ad oggetto elementi di diritto processuale civile;
  • un seconda prova scritta consisterà nella somministrazione di n. 60 domande a risposta multipla, aventi ad di elementi di diritto processuale penale.
  • una prova orale avente ad oggetto elementi di diritto processuale civile; elementi di diritto processuale penale; ordinamento giudiziario; servizi di cancelleria; nozioni sul rapporto di pubblico impiego alle dipende della pubblica amministrazione. Nonché, l’esame del livello di una lingua di inglese scelta da ciascun candidato e della conoscenza degli strumenti informatici.

Ogni prova scritta prevede 60 domande a risposta multipla, e per superare i due scritti si deve raggiungere un punteggio di almeno 22,5/30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it