Cdm su Legge Europea 2017: rimborsi Iva e Scuola Superiore dell’Avvocatura

Cdm su Legge Europea 2017: rimborsi Iva e Scuola Superiore dell’Avvocatura

Redazione

Versione PDF del documento

Lo scorso venerdì il Consiglio dei Ministri, riunendosi, ha approvato in esame preliminare, un disegno di legge che detta disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea, la c.d. Legge europea 2017. Il provvedimento si compone di quattordici articoli ed è volto a chiudere tre procedure d’infrazione e tre casi EU Pilot, nonché a superare una delle contestazioni della Commissione europea nell’ambito di un caso EU Pilot, recando altresì norme per la corretta attuazione di due direttive e l’introduzione di alcune modifiche alla legge n. 234/2012. È bene, dunque, riepilogare le materie sulle quali il Governo sta tentando di incidere.

 

Avvocati abilitati alle giurisdizioni superiori

Si dispone, per l’iscrizione degli “avvocati stabiliti” nell’albo speciale dei patrocinanti innanzi alle giurisdizioni superiori, l’esercizio della professione per almeno 8 anni in uno o più Stati membri, con l’aggiunta dell’ulteriore requisito della proficua frequenza alla Scuola superiore dell’avvocatura.

 

Novità IVA 2017: i rimborsi

Anche in questo caso, il Governo sta provvedendo ad una procedura di infrazione già aperta nei confronti dell’Italia. Si modifica la disciplina dei rimborsi IVA: in particolare, è riconosciuta una somma (pari allo 0,15% dell’importo garantito per ogni anno di durata della garanzia) a titolo di ristoro forfettario dei costi sostenuti dai soggetti passivi che prestano garanzia a favore dello Stato in relazione a richieste di rimborso dell’IVA. La disposizione si applica a partire dalle richieste di rimborso predisposte con la dichiarazione annuale dell’IVA relativa all’anno 2017 e dalle istanze di rimborso infra-annuale inerenti al primo trimestre 2018.

 

Novità IVA 2017: non imponibilità ai fini IVA delle cessioni all’esportazione

Si riconduce nell’ambito del decreto del Presidente della Repubblica n. 633/1972 la disciplina sulla non imponibilità IVA delle cessioni effettuate nei confronti delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti della cooperazione allo sviluppo iscritti nell’ apposito elenco che provvedono al trasporto ed alla spedizione dei beni all’estero in attuazione di finalità umanitarie, comprese quelle dirette a realizzare programmi di cooperazione allo sviluppo.

 

Tracciabilità dei medicinali veterinari

Si dispongono misure in materia di tracciabilità dei farmaci veterinari, come l’introduzione dell’informatizzazione dei meccanismi di registrazione dei dati relativi alla produzione, commercializzazione e distribuzione degli stessi all’interno della Banca dati operante presso il Ministero della salute e, nell’ambito dell’Agenda di semplificazione, la sostituzione del modello cartaceo di ricetta medico veterinaria con un modello informatizzato.

 

Disposizioni penali contro espressioni di razzismo e xenofobia

Si puniscono espressamente le condotte di minimizzazione, approvazione o giustificazione della Shoah o dei crimini di genocidio, dei crimini contro l’umanità e dei crimini di guerra. Si prevede, inoltre, l’introduzione della responsabilità amministrativa anche per le società e gli enti in relazione a tali fattispecie criminose e, in generale, ai reati di razzismo e xenofobia.

 

Fondo per l’indennizzo delle vittime di reati intenzionali violenti

In questa materia, per cui era aperta una procedura di infrazione, si prevede l’estensione della possibilità di accedere al fondo per l’indennizzo delle vittime di reati intenzionali violenti a chiunque sia stato vittima di un reato intenzionale violento commesso successivamente al 30 giugno 2005.

 

Armonizzazione Stati membri su ambiente e alimentazione umana

La disposizione è finalizzata a sanare una delle contestazioni sollevate dalla Commissione europea nell’ambito del caso EU pilot 7304/15/ENVI relative alla non corretta applicazione della direttiva 2009/90/CE, che stabilisce specifiche tecniche per l’analisi chimica e il monitoraggio dello stato delle acque. In particolare, si assicura l’intercomparabilità, a livello di distretto idrografico, dei dati di monitoraggio delle sostanze chimiche e, di conseguenza, dello stato ecologico e chimico dei corpi idrici superficiali. Nonché la modifica alla tabella recante i limiti di emissione per gli impianti di acque reflue urbane recapitanti in aree sensibili, con l’effetto di estendere i controlli sulla qualità degli scarichi alla totalità degli impianti di depurazione al servizio degli agglomerati superiori a 10 mila abitanti equivalenti.

 

Trattamento economico del personale del Servizio europeo di azione esterna

Si prevede che l’indennità corrisposta al personale esterno alla pubblica amministrazione che partecipa ad iniziative e missioni del Servizio di azione esterna dell’Unione europea (SEAE) sia calcolata conformemente alla disciplina che regola la partecipazione dell’Italia alle missioni internazionali.

Si è poi intervenuti sui c.d. Casi EU Pilot, in materia di:

  • agevolazioni fiscali per le navi iscritte nei Registri dei Paesi dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo;
  • trattamento economico degli ex lettori di lingua straniera in servizio presso le Università statali;
  • tutela delle acque e monitoraggio delle sostanze chimiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it