Vademecum su Privacy e recupero crediti pubblicato dal garante per la protezione dei dati personali

di Redazione

Il Vademecum “Privacy e recupero crediti” risponde alle domande in merito alla privacy di tutti coloro che svolgono legittimamente attività di recupero del credito

Il Garante per la protezione dei dati personali ha pubblicato un vademecum contenente le regole per il corretto trattamento dei dati personali.

Suddiviso in otto sezioni, il Vademecum “Privacy e recupero crediti” spazia dai principi generali, al recupero crediti e i dati personali; passando per le prassi illecite; i dati che si può trattare, l’informativa; la conservazione dei dati l’esercizio dei diritti e i documenti di riferimento.

Il vademecum riporta ugualmente i riferimenti ai principali provvedimenti dell’Autorità sull’argomento.

Sinteticamente, la guida mostra in modo facile e rapido quali sono i principi  a cui si devono ispirare tutti coloro che svolgono legittimamente attività di recupero del credito, così come le garanzie riconosciute al debitore.

In concreto il vademecum predisposto dal Garante risponde alle domande dei professionisti del settore, come: Quali dati personali si possono trattare nell’ambito dell’attività di recupero crediti? Quali sono le prassi ritenute illecite? Come vanno conservati i dati? Esiste un diritto alla riservatezza del debitore?

Il vademecum è scaricabile in formato digitale dal sito web dell’Autorità.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!