Stop alla Comunicazione dei Beni in Godimento ai Soci: le novità fiscali del Milleproroghe

Stop alla Comunicazione dei Beni in Godimento ai Soci: le novità fiscali del Milleproroghe

di Redazione

Versione PDF del documento

Nel Decreto Milleproroghe (DL 244/2016), non è prevista la comunicazione dei beni concessi in godimento ai soci. La sua abrogazione è già effettiva per l’anno 2017.

Leggi il testo del Decreto Milleproroghe 2017.

 

Tuttavia, il cambiamento ha risvolti meramente formali. Infatti, non risulta abrogata la norma contenuta nell’articolo 67, lettera h-ter del Tuir, la quale prevede che, ai fini IRPEF, costituisce reddito diverso la differenza tra il valore di mercato e il corrispettivo annuo per la concessione in godimento di beni dell’impresa a soci o familiari dell’imprenditore. Tuttavia, la comunicazione formale non sarà più obbligatoria.

L’abrogato obbligo di comunicazione nasceva da una logica di antievasione e di lotta alle c.d. società di comodo, prevedendo la condivisione dei dati anagrafici di soci o di familiari che avevano ricevuto in godimento i beni dell’impresa per un corrispettivo annuo inferiore al valore di mercato del diritto di godimento con l’Agenzia delle Entrate.

Contestualmente, anche l’Ente di riscossione risulterà risollevata dall’onere di monitoraggio sistematico della posizione di tutte le persone fisiche che utilizzino i beni concessi in godimento, considerando per ricostruire il reddito, anche i finanziamenti e delle capitalizzazioni a favore della società.

 

La Nuova dichiarazione dei Redditi 2018

  • Affitti e Dichiarazioni dei Redditi: il contribuente non dovrà più inserire nella dichiarazione dei redditi 2018 l’indicazione degli estremi di registrazione del contratto di locazione e quelli della denuncia dell’immobile ai fini dell’applicazione dell’Ici per ottenere l’abbattimento del 30% dell’imponibile dagli affitti a canone concordato.
  • Bonus Detrazione Iva Abitazione: l’Iva pagata sarà detraibile per il 50% fino al 31 dicembre 2017 per l’acquisto di unità immobiliari di classe energetica A e B cedute dalle imprese costruttrici.
  • Intrastat: riammessi i c.d. Intra 2 per la comunicazione dei dati relativi agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizio ricevute da soggetti stabiliti in altro Stato membro dell’Unione europea.

 

Le Altre Novità Fiscali 2017

  • Lotteria degli scontrini: l’inizio sperimentale della lotteria degli scontrini per acquisti di beni e servizi effettuati con moneta elettronica è prorogato al 1° novembre 2017.
  • Lavoratori Reimpatriati: si potrà optare per la detassazione dei redditi prodotti dai lavoratori rimpatriati fino al 30 aprile 2017.
  • Evasione Internazionale: anche la raccolta delle informazioni relative agli acquisti di beni e prestazioni ricevute da soggetti residenti fuori dal territorio dello Stato non è più obbligatoria.
  • Bilanci: prorogato poi di 15 giorni l’invio delle dichiarazioni Ires e Irap Disposto anche l’allineamento delle poste fiscali con quelle civilistiche, riviste e corrette con i nuovi principi contabili internazionali.
  • Tasse Locali: il contributo di sbarco dovuto nelle isole minori, in altenativa alla tassa di soggiorno a decorrere dal 2017, è aumentabile fino a 5 euro da parte degli Enti locali.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it