Provvedimento di esclusione dal campionato calcistico: il TAR Lazio fa il punto

di Biarella Laura, Avvocato, Giornalista Pubblicista, Docente
PDF

Il T.a.r. Lazio (Sezione I ter, Sentenza n. 7045 del 30 maggio 2022) si è pronunciato in materia di “Manuale delle licenze” FIGC, di pregiudiziale sportiva nel rito delle ammissioni, nonché di provvedimenti di esclusione dal campionato calcistico.

    Indice

  1. Il “Manuale delle Licenze” della FIGC
  2. E’ atto amministrativo collettivo o plurimo
  3. La pregiudiziale sportiva
  4. Il provvedimento di non ammissione ha natura preventiva

1. Il “Manuale delle Licenze” della FIGC

Il collegio del TAR Lazio, in occasione della Sentenza n. 7045/2022, ha osservato che il “Manuale delle licenze”, ovvero l’atto tramite cui la Federazione italiana giuoco calcio (F.I.G.C.) determina annualmente gli adempimenti:

  • legali,
  • economico-finanziari,
  • infrastrutturali,
  • sportivi,
  • organizzativi,

che le società calcistiche sono tenute a rispettare nella finalità di ottenere la licenza nazionale per l’iscrizione ai campionati professionistici:

  • ha per oggetto una singola vicenda amministrativa (e cioè l’ammissione al campionato di riferimento),
  • ha destinatari determinati,
  • non innova l’ordinamento giuridico, limitandosi a fissare i requisiti di ammissione al campionato medesimo con riguardo ad una prospettiva temporale limitata, ovvero la stagione considerata,
  • difetta, in parte qua, dei requisiti della generalità, astrattezza e novità richiesti per poter essere qualificato come regolamento,
  • difetta del requisito della indeterminabilità a priori e determinabilità a posteriori dei destinatari, richiesto per essere qualificato come atto amministrativo generale.

2. E’ atto amministrativo collettivo o plurimo

Per l’effetto, il medesimo deve essere qualificato come atto amministrativo collettivo ovvero plurimo, con effetti scindibili e differenziabili per ogni singolo destinatario. Di conseguenza, non è disapplicabile dal Giudice, ove non impugnato nell’ordinario termine di decadenza, nella parte in cui preclude l’iscrizione al campionato in mancanza dei requisiti economico finanziari, dal medesimo determinati.


Potrebbero interessarti anche: 


3. La pregiudiziale sportiva

La regola per cui, in materia sportiva, l’accesso agli organi di giustizia statali è precluso a pena di inammissibilità del ricorso, in mancanza del previo esaurimento dei rimedi giustiziali interni all’ordinamento sportivo stesso, la cd. pregiudiziale sportiva, si applica finanche alle controversie che hanno per oggetto i provvedimenti di ammissione ed esclusione dalle competizioni professionistiche delle società o associazioni sportive professionistiche, o in ogni caso che incidono sulla partecipazione a competizioni professionistiche (cd. rito delle ammissioni) di cui all’art. 3, parte ultima, del d.l. 19 agosto 2003 n. 203, convertito nella l. 17 ottobre 2003 n. 280, e come modificato dall’art. 1, commi da 647 a 650, della l. 30 dicembre 2018 n. 145.

4. Il provvedimento di non ammissione ha natura preventiva

Il provvedimento di non ammissione alle competizioni sportive di una società non in possesso dei requisiti economico finanziari richiesti dal Manuale delle licenze ha natura preventiva e non punitiva e pertanto non costituisce sanzione sostanzialmente penale, ai sensi della Convenzione EDU.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-biarella

Biarella Laura

Laureata cum laude presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, è Avvocato e Giornalista. È autrice di numerose monografie giuridiche e di un contemporary romance, e collabora, anche come editorialista, con redazioni e su banche dati giuridiche (tra le altre Altalex, Quotidiano Giuridico, NTPLus, 24OreAvvocato, AlVolante, InSella, Diritti e Risposte, Orizzonte Scuola, Fisco e Tasse, poliziamunicipale.it). Ha svolto le funzioni di membro aggiunto presso la Corte d’Appello di Perugia, ai sensi della L. n. 69/1963. Già “cultore della materia” presso Università degli Studi E Campus nelle cattedre di “diritto privato” e “diritto della conciliazione, della mediazione e dell’arbitrato”, è moderatrice e relatrice di convegni, docente presso corsi di formazione e corsi di preparazione all’esame di abilitazione di avvocato. E' stata professore a contratto di “Arbitrato” presso l’Università degli Studi E Campus, Master in ADR, sedi di Roma e Novedrate. E' stata membro del Comitato Scientifico del corso di preparazione dell’esame di avvocato Altalex. Ha svolto docenze di diritto e procedura civile presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, ed ivi ha ricoperto il ruolo di Segretario del Comitato Scientifico. Svolge la funzione di Tutore legale presso il Tribunale dei Minorenni dell’Umbria. E' membro del Comitato di Redazione del mensile 24Ore Avvocato.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e