Giurisdizione del giudice amministrativo in caso di scorrimento delle graduatorie concorsuali
Home » News » Focus

La materia dello scorrimento delle graduatorie concorsuali rientra nella giurisdizione del Giudice amministrativo

Iride Pagano

Versione PDF del documento

La seguente ordinanza cautelare della Prima Sezione del T.A.R Campania- Salerno aderisce alla giurisprudenza prevalente secondo la quale , in presenza di graduatorie concorsuali valide ed efficaci, l’Amministrazione pubblica , per la copertura dei posti vacanti, deve motivare la determinazione riguardante le modalità di reclutamento del personale qualora scelga l’indizione di un nuovo concorso, in luogo dello scorrimento delle graduatorie vigenti.
L’ordinanza ribadisce che la decisione di ricorrere allo  scorrimento rappresenta la regola generale, mentre l’indizione di un nuovo concorso costituisce l’eccezione e che ,pertanto, è indispensabile un’apposita e approfondita motivazione, che dia conto del sacrificio imposto ai concorrenti idonei e delle preminenti esigenze di interesse pubblico.

Volume consigliato

Manuale pratico degli atti di diritto amministrativo

Manuale pratico degli atti di diritto amministrativo

Marco Zincani, 2018, Maggioli Editore

Il Manuale pratico degli atti di Diritto amministrativo contiene un percorso ragionato negli atti d’esame statisticamente più frequenti. Il testo propone trenta tracce, con suggerimenti pratici di svolgimento e schemi di inquadramento. Ogni atto è incentrato sulle questioni...




In calce la relativa ordinanza:

Tribunale Amministrativo Regionale della Campania- Sezione staccata di Salerno (Sezione Prima); Presidente FF Eleonora Monica; Estensore Ref. Fabio Maffei.

Ordinanza n° 450 del 13 settembre 2018
Su ricorso proposto da****, rappresentate e difese dall’avvocat***;

contro
Asl Salerno, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dall’avvocato ***, con domicilio digitale come da PEC da Registri di Giustizia;
per l’annullamento,
previa sospensione dell’efficacia
del bando di concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto a tempo indeterminato di Dirigente Farmacista – disciplina Farmacia Ospedaliera pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ Serie Speciale – Concorsi ed Esami – del 1° giugno 2018, n. 43, nonché di ogni altro atto presupposto, connesso e/o consequenziale ed in ogni caso lesivo degli interessi delle odierni ricorrenti;

Visti il ricorso e i relativi allegati;
Visto l’atto di costituzione in giudizio dell’Asl Salerno;
Vista la domanda di sospensione dell’esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;
Visto l’art. 55 cod. proc. amm.;
Visti tutti gli atti della causa;
Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;
Relatore nella camera di consiglio del giorno 11 settembre 2018 il dott. Fabio Maffei e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;

– Rammentato, in via preliminare, che, in presenza di graduatorie concorsuali valide ed efficaci, l’amministrazione, se stabilisce di provvedere alla copertura dei posti vacanti, deve motivare la determinazione riguardante le modalità di reclutamento del personale qualora scelga l’indizione di un nuovo concorso, in luogo dello scorrimento delle graduatorie vigenti. Infatti, poiché la decisione di « scorrimento » rappresenta la regola generale, mentre l’indizione del nuovo concorso costituisce l’eccezione, un’apposita e approfondita motivazione, che dia conto del sacrificio imposto ai concorrenti idonei e delle preminenti esigenze di interesse pubblico, si rende necessaria solo se si indice un nuovo concorso e non viceversa;
– Considerato che, alla luce di quanto sopra evidenziato, almeno prima facie e nei limiti della cognitio riservata alla presente fase, il provvedimento impugnato non appare supportato da una motivazione conferente rispetto alla riportata regula iuris, cosicchè s’impone la sospensione del bando pubblicato;
– Ritenuto che, in ragione della specificità della tematica investita dalla presente controversia, appaiono sussistere i motivi per disporre la compensazione delle spese della presente fase cautelare.
P.Q.M.
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione Prima), accoglie l’istanza cautelare e per l’effetto:
a) sospende il bando impugnato;
b) fissa per la trattazione di merito del ricorso l’udienza pubblica del 15 maggio 2019, ore di rito .
Compensa le spese della presente fase cautelare.
La presente ordinanza sarà eseguita dall’Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.
Così deciso in Salerno nella camera di consiglio del giorno 11 settembre 2018 con l’intervento dei magistrati:
Eleonora Monica, Presidente FF
Angela Fontana, Primo Referendario
Fabio Maffei, Referendario, Estensore

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it