Insegnare la laurea in giurisprudenza

Insegnare con la laurea in giurisprudenza

di admin

Versione PDF del documento

INSEGNARE CON LAUREA IN GIURISPRUDENZA: UNO SBOCCO LAVORATIVO POSSIBILE

Al giorno d’oggi il mercato del lavoro è sempre più competitivo e richiede livelli di specializzazione sempre più alti. Proprio per questo una laurea in Giurisprudenza non consente più la sicurezza di un impiego. Però, a ben guardare e con un po’ di impegno il laureato in Giurisprudenza ha davanti a se un ventaglio molto ampio di sbocchi lavorativi.

Uno tra questi, spesso preso poco in considerazione o addirittura ignorato è la possibilità di diventare insegnante.

Insegnare con la laurea in giurisprudenza

La carriera scolastica è perseguibile poiché la Laurea in Giurisprudenza offre la possibilità di accedere alla classe di concorso A-46 (ex A019), Scienze giuridico-economiche nelle scuole di II grado. Il laureato in Giurisprudenza perciò può partecipare all’imminente Concorso Scuola 2019.

C’è un però. Per entrare nel mondo della scuola la laurea in Giurisprudenza va abbinata a un percorso di studi idoneo, ossia che possegga un certo numero di CFU in determinati Settori Scientifico-Disciplinari, come indicato nell’allegato A del DM 259/2017.

Un piano di studi non a norma, non consente, infatti, l’ottenimento della classe di concorso e l’accesso al Concorso Scuola 2019. Per ovviare a ciò, l’interessato deve integrare i CFU mancanti sostenendo esami universitari extracurricolari, con un grande dispendio di tempo.

Per far fronte a questo problema, Doocenti.it ha progettato il Master online di I livello “L’insegnamento delle Materie giuridico-economiche negli istituti secondari di II grado: metodologie didattiche“.

Come ottenere i CFU?

Grazie a questo Master, potrai ottenere l’integrazione di tutti i CFU necessari per l’insegnamento della classe di concorso A-46 e quindi la possibilità di partecipare al Concorso Scuola. Oltre a ciò, conseguirai un titolo accademico accreditato dal MIUR, valutabile 3 punti nelle graduatorie d’istituto e utilizzabile anche per i concorsi pubblici.

Un altro vantaggio consiste nel fatto che le discipline giuridiche del Master saranno affrontate in modo da fornire al corsista tutti gli strumenti teorici e pratici per la progettazione della didattica scolastica della disciplina.

Non farti sfuggire l’occasione di ampliare le tue opportunità di carriera: consegui subito il tuo Master on line!

ISCRIVITI SUBITO

Non dimenticare che, in attesa del Concorso Scuola 2019, puoi accedere all’insegnamento, ottenendo supplenze sul medio e lungo periodo, inviando la tua domanda di Messa a Disposizione.

Invia la tua domanda di Messa a Disposizione, con Doocenti.it e inizia ad accumulare esperienze nel mondo della scuola.

COMPILA LA TUA DOMANDA 

Il servizio clienti telefonico è sempre attivo e pronto a rispondere ai quesiti degli utenti.  0240031013

Visita la sezione dedicata alla PRATICA FORENSE

 

Potrebbe interessarti leggere anche

La tutela del minore straniero non accompagnato

La tutela del minore straniero non accompagnato

Valeria Cianciolo, 2019, Maggioli Editore

Con la legge 7 aprile 2017, n. 47 (G.U. n. 93 del 21 aprile 2017) è stata dettata una nuova disciplina in materia di protezione dei minori stranieri non accompagnati. Questa legge è il primo passo verso un nuovo approccio nei riguardi di un problema nel quale la solidarietà...



 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it