Il nuovo statuto dell’ICS

Il nuovo statuto dell’ICS

di Prola Rossana, Dott.ssa

Versione PDF del documento

? stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (G.U. n. 207 del 06.09.2005) il Decreto del Ministero per i beni e le attivit? Culturali del 4 agosto 2005 che approva il nuovo Statuto dell’Istituto per il Credito Sportivo (ICS).

 

 

Le novit? non sono state chiare da subito, ma nel giro di qualche tempo sugli organi di informazione sono comparsi articoli che cos? spiegavano il nuovo testo:

 

 

?La prima novit? riguarda l’accesso al mutuo. Se, fino ad oggi, i mutui a tasso agevolato erogati dall’ICS erano riservati (oltre che agli enti pubblici, al Coni e alle Federazioni) solo alle societ? sportive di capitali e alle associazioni sportive dilettantistiche con personalit? giuridica, ora (v. art. 5, comma 1) opera prevalentemente con “societ?, associazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciute dal Coni, societ? e associazioni culturali, enti di promozione culturale e dello spettacolo nonch? con ogni altro soggetto pubblico o privato che persegua anche indirettamente, finalit? sportive, ricreative e di sviluppo dei beni e delle attivit? culturali”.

 

E? stata quindi salutata come novit? quella che ammette alla erogazione dei mutui a tasso agevolato, oltre gli organismi senza finalit? di lucro consistenti in Enti Pubblici, Federazioni, Enti di Promozione Sportiva, Societ? Sportive affiliate al CONI o ad un Ente di Promozione, anche ogni altro soggetto pubblico o privato che persegua anche indirettamente, finalit? sportive, ricreative e di sviluppo dei beni e delle attivit? culturali.

 

 

 

?

 

Queste le novit? principali:

 

 

?

Finalit? L?Istituto per il credito sportivo assume la natura di banca pubblica per permettere la

 

 

concessione di agevolazioni in sport e cultura.

 

 

 

?

 

Beneficiari

 

– Enti territoriali.

 

 

– Coni servizi s.p.a..

 

 

– Federazioni sportive nazionali.

 

 

– Enti di promozione sportiva.

 

 

– Associazioni ed enti di promozione culturale.

 

 

– Ogni altro soggetto, pubblico o privato, che opera all?interno del settore della

 

 

cultura potr? rivolgersi all?Istituto per il credito sportivo per l?ottenimento di

 

 

finanziamenti agevolati.

 

 

 

?

 

Iniziative ammissibili

 

L?erogazione dei finanziamenti dovr? essere finalizzata alla costruzione,

 

 

all?ampliamento e al miglioramento di impianti sportivi, ovvero all?acquisto di beni

 

 

strumentali all?attivit? sportiva. I fondi potranno anche essere erogati per iniziative di

 

 

sostegno e sviluppo di attivit? culturali e per l?acquisto e/o il miglioramento di immobili

 

 

in cui tali attivit? vengono svolte.

 

 

 

?

 

Agevolazioni – Ogni soggetto, pubblico o privato che opera all?interno del settore della cultura

 

 

potr? rivolgersi all?Istituto per il credito sportivo per l?ottenimento di finanziamenti

 

 

agevolati.

 

 

– Gli onorari notarili riguardanti gli atti e i contratti relativi ai finanziamenti si riducono

 

 

della met?.

 

 

– Per agevolare gli investimenti in sport e cultura, lo statuto dell?Ics prevede che i

 

 

finanziamenti possano essere garantiti anche da cessione di rate di contributi che i

 

 

soggetti richiedenti ricevono da comuni, provincie o altri enti pubblici.

 

 

 

?

 

Presentazione delle domande

 

l?Ics assume la natura di banca pubblica, con la conseguenza che potr? esercitare

 

 

tutte le attivit? bancarie quali la raccolta del risparmio presso il pubblico , l?esercizio del credito e lo svolgimento di ogni altra attivit? finanziaria.

 

 

 

?

 

E? evidente la portata di tale rinnovamento, poich? uno dei principali limiti dell?Istituto per il Credito Sportivo ad oggi ? stato quello di limitare i soggetti beneficiari solamente a quelli senza scopo di lucro. Una tale svolta consentirebbe a tutto il settore sportivo, pubblico o privato che sia, profit o no-profit, di usufruire della possibilit? di costruire nuove strutture, oppure di rinnovare ed ampliare quelle esistenti, abbassando in maniera consistente i tassi di interesse.

 

 

 

?

 

Girovagando sul sito internet dell?Istituto per il Credito Sportivo (www.creditosportivo.it), per?, ad oggi 21 novembre 2005 non pare che queste novit? siano state del tutto recepite.

 

 

 

?

 

Mentre, infatti, si legge in prima pagina la notizia del nuovo Statuto (L’Istituto per il Credito Sportivo comunica che in data 4 agosto 2005 ? stato firmato dal Ministro per i Beni e le Attivit? Culturali e dal Ministro dell’Economia e delle Finanze il decreto interministeriale di approvazione del nuovo Statuto.? Tale decreto ? stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 207 del 6 settembre 2005.), cercando le informazioni sui soggetti ammessi all?erogazione dei mutui si legge l?elenco:

 

 

 

?

 

I soggetti ammessi a fruire dei finanziamenti dell’Istituto del Credito Sportivo sono i seguenti:

 

 

  • gli Enti pubblici locali ed altri Enti pubblici (Regioni, Province, Comuni, Unioni di Comuni, Universit? degli Studi, etc..);

     

  • le Federazioni sportive nazionali riconosciute dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.);

     

  • le Societ? e le Associazioni sportive, aventi personalit? giuridica, riconosciute dal C.O.N.I.;

     

  • gli Enti di promozione sportiva, aventi personalit? giuridica, riconosciuti dal C.O.N.I.;

     

  • le Societ? e le Associazioni sportive affiliate ai predetti Enti di promozione sportiva, costituite senza fine di lucro, aventi personalit? giuridica;

     

  • ogni altro Ente morale che persegua, in conformit? alla normativa che lo concerne e sia pure indirettamente, finalit? ricreative e sportive senza fine di lucro (Parrocchie, Istituti Religiosi ed Ecclesiastici, etc..).

     

  • ?

Nessuna menzione ad ogni altro soggetto pubblico o privato che persegua anche indirettamente, finalit? sportive, ricreative e di sviluppo dei beni e delle attivit? culturali.

 

 

Che succeder?, quindi? Cambier? davvero qualcosa? E se s?, come, quando, in che misura? Chiss? se mai ci verr? dato saperlo, almeno ufficialmente.

 

 

 

?

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

prola-rossana

Prola Rossana

Dottore in Fisica, è Consulente di impianti sportivi, proprietario di Professione Acqua srl e svolge attività di Consulenza su piscine pubbliche e private. Membro Esperto UNI e CEN, Presidente di ProfessioneAcquaNET - Associazione Piscine


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!