Dal 10 ottobre vaccino obbligatorio nelle strutture socio-sanitarie

di Redazione

Con decreto-legge 10 settembre 2021, n. 122, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 10 settembre 2021, è stato introdotto l’obbligo vaccinale per chi lavora nelle strutture residenziali, socio-assistenziali e socio-sanitarie
Le nuove norme entrano in vigore dal 10 ottobre 2021 e saranno efficaci fino al 31 dicembre prossimo, termine di cessazione dello stato di emergenza.
Le nuove disposizioni si applicano a tutti i soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice (RSA, strutture per anziani, ecc.).
Con lo stesso decreto legge del 10 settembre 2021 è stato anche introdotto l’obbligo del green pass per chi accede a scuola e università. >> Clicca qui per leggere l’articolo

Chi controlla?

Sono tenuti ad assicurare il rispetto dell’obbligo vaccinale i responsabili delle strutture e i datori di lavori dei soggetti che a qualunque titolo svolgono attività lavorativa sulla base di contratti esterni.
Le modalità di verifica dell’adempimento dell’obbligo saranno definite con un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri adottato di concerto con il Ministro della salute, sentito il Garante per la protezione dei dati personali. Ma quali dati vengono controllati e quali sono le sanzioni? Leggi l’articolo Green pass: chi verifica, quali dati e possibili sanzioni

Chi è esente?

L’obbligo vaccinale non si applica ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute. >> Clicca qui per scaricare la Circolare

Sospensione dal lavoro per chi non si vaccina

Come per il personale scolastico, anche per i lavoratori delle strutture residenziali, socio-assistenziali e sociosanitarie che non si vaccinano è prevista la sospensione della prestazione lavorativa e di conseguenza non è prevista la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato. Tale sospensione mantiene efficacia fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al completamento del piano vaccinale nazionale e comunque non oltre il 31 dicembre 2021. Per maggiori informazioni consigliamo l’articolo > Green pass: dal 1° settembre nuovi obblighi, vecchi dubbi

Sono state diverse le pronunce giurisprudenziali sul tema dell’obbligo vaccinale e la sua legittimità. Interessante a questo proposito il decreto del Tar Lazio del 24 agosto 2021, che dichiara inammissibile il ricorso proposto avverso la disposizione che prevede l’obbligo per il personale scolastico di possedere ed esibire la certificazione verde Covid-19.
Per approfondire il tema, consigliamo la lettura dei seguenti articoli:
> Green pass e lavoratori, tra obblighi e diritti
> Green pass e profili di legittimità costituzionale

Sul tema dei vaccini, consigliamo il recente Ebook “Gli aspetti giuridici dei vaccini” che tratta le questioni più discusse in merito alla somministrazione dei vaccini, analizzando aspetti sanitari, medico-legali e professionali, anche in termini di responsabilità.

Rimani AGGIORNATO!

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!