ANAI, la nuova associazione che difende l’indipendenza dell’avvocatura

di Redazione

Lilla Laperuta

Una nuova associazione di avvocati, l’Associazione nazionale avvocati italiani (Anai) è stata costituita a Roma lo scorso 11 gennaio alla presenza di un notaio. L’Associazione, che conta più di 100 sedi a livello nazionale, è presieduta da Maurizio de Tilla, ex presidente dell’Organismo unitario dell’avvocatura, mentre i vice presidenti sono Mario Coluzzi, Claudio Acampora, Stefano Nardini e Michele Riggi, il segretario nazionale è Domenico Monterisi, l’incarico di tesoriere, infine, è stato affidato a Maria Andretta.

Come ha riferito l’avvocato Riggi, il fine del neonato organismo è quello di tutelare i valori morali, civili, la dignità, l’autonomia ed il decoro della professione forense, duramente messi alla prova con gli ultimi provvedimenti legislativi. L’ ANAI, continua l’Avv. Riggi, si pone al fianco degli altri Organismi ed Associazioni dell’ Avvocatura per dare ulteriore impulso e forza alle battaglie in difesa non solo della professione ma anche dei diritti dei cittadini i quali, hanno bisogno di un Avvocato che sappia tutelarli al meglio senza ostacoli o limitazioni nell’esercizio della professione.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!