TAR Lombardia: il Decreto Lupi sulla redistribuzione del traffico aereo è illegittimo

TAR Lombardia: il Decreto Lupi sulla redistribuzione del traffico aereo è illegittimo

di Biamonte Alessandro, Referente Area Diritto Amministrativo

Qui la sentenza: TAR Lombardia, Milano - sez. III - sentenza n. 1445 del 19-7-2016

Versione PDF del documento

T.A.R. Lombardia, Milano, III sezione, Pres. Di Benedetto, Est. Spampinato, sentenza 19 luglio 2016, n. 1445 *** S.p.A. (Avv.ti Alessandro BIAMONTE, Salvatore VITALE, Alfredo Iadanza LANZARO) c. Ministero Infrastrutture e Trasporti, Ente Nazionale Aviazione Civile, Assoclearance, *** S.p.A. (Avv.ti Laura PIERALLINI – Caterina PESCI), *** S.p.A. (Avv.ti Angelo CLARIZIA, Nino PAOLANTONIO, Paolo ZIOTTI), nonché *** S.p.A. (Avv. Romolo PERSIANI, Antonio RIZZO) e con l’intervento ad adiuvandum di Soc. *** International Airlines ltd. (Avv.ti Alessandro BIAMONTE, Salvatore VITALE, Alfredo Iadanza LANZARO).

id. T.A.R. Lombardia, Milano, III sezione, Pres. Di Benedetto, Est. Spampinato, sentenza 19 luglio 2016, n. 1443, *** Gmbh (Avv.ti Alessandro BIAMONTE, Salvatore VITALE, Alfredo Iadanza LANZARO)

 

1. – Il Giudice nazionale, per espressa affermazione della Corte di giustizia UE, in caso di procedimenti amministrativi “composti” risulta vincolato dalla decisione adottata dalla Commissione Europea ove questa sia divenuta definitiva o perché non impugnata nei termini o perché il ricorso avverso tale decisione non sia stato accolto.

2. – Non è necessario un previo rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia UE, ogni qual volta la vicenda, in sede comunitaria, ha trovato un assetto stabile in seguito alla mancata impugnazione della decisione della Commissione europea (nel caso specifico Decisione Commissione Europea 2015/2415 del 17 dicembre 2015).

3. – Il D.M. 1 ottobre 2014 n. 15 (cd. Decreto Lupi) modifica le norme relative alla distribuzione del traffico per il sistema aeroportuale milanese rimuovendo le restrizioni esistenti per l’aeroporto di Linate sul numero di servizi di andata e ritorno giornalieri verso gli aeroporti dell’UE, individuate in base ai volumi di traffico passeggeri. Esso costituisce pertanto una modifica a una norma esistente in materia di distribuzione del traffico ai sensi dell’articolo 19, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 1008/2008.

4. – In contrasto con l’articolo 19, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1008/2008, le autorità italiane non hanno consultato le parti interessate prima di emendare le norme di distribuzione del traffico relative al sistema aeroportuale milanese. 30. Le misure di cui al decreto ministeriale n. 395, del 1o ottobre 2014, che modifica il decreto n. 15, del 3 marzo 2000, concernente la ripartizione del traffico aereo sul sistema aeroportuale milanese, notificato alla Commissione il 21 aprile 2015, conformemente alla Decisione della Commissione Europea secondo cui “non possono essere approvate”, sono da ritenersi pertanto illegittime e vanno annullate.

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

alessandro-biamonte

Biamonte Alessandro

Avvocato cassazionista, ha maturato una esperienza ventennale nel campo del diritto amministrativo, dell'area giuspubblicistica e della tutela dei diritti fondamentali. Consulente di Pubbliche amministrazioni, imprese e privati in materia, docente di diritto processuale amministrativo presso l'Università degli Studi Europea di Roma – Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali, attualmente insegna presso l'Università degli Studi Marconi di Roma e la Marconi International University approfondendo, nell'ambito del modulo di docenza del Corso di Alta Formazione in Management della sicurezza informatica, le tematiche normative legate alla cybersicurezza come obiettivo strategico nel contesto delle politiche di intelligence. Attualmente è altresì docente presso l'Università degli Studi Marconi di Roma nel corso di alta formazione universitaria in Data Protection Officer. Si occupa prevalentemente di diritto Amministrativo, diritto degli enti locali, contratti e appalti pubblici, telecomunicazioni, urbanistica, espropriazioni per p.u., diritto delle nuove tecnologie. Ha dato vita, con docenti universitari e professionisti altamente specializzati del settore, a un innovation hub virtuale, che funga, anche per mezzo di un competence center, da motore propulsore e consulenziale nel sostegno alle realtà imprenditoriali nell'attuazione del piano "Impresa 4.0". Per Diritto.it è Referente dell'area di diritto amministrativo.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!