Pubblicate le modifiche delle norme europee che disciplinano il luogo delle prestazioni di servizi

Pubblicate le modifiche delle norme europee che disciplinano il luogo delle prestazioni di servizi

Redazione

Versione PDF del documento

Lilla Laperuta

È approdato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea 26 ottobre 2013, n. 284/1, il regolamento di esecuzione del Consiglio 7 ottobre 2013, n. 1042, con il quale è stato modificato il regolamento di esecuzione n. 282/2011 (recante disposizioni di applicazione della direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune di imposta sul valore aggiunto).

In particolare, le modifiche, che entreranno in vigore il 1° gennaio 2015, interessano:

a) i servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione e i servizi elettronici, i quali, se prestati a persone che non sono soggetti passivi, devono essere tassati nello Stato membro in cui risiede il destinatario;

b) l’identificazione dei servizi relativi ai beni immobili.

In riferimento al punto sub b) il regolamento dispone che sono da considerare servizi connessi ai beni immobili solo i seguenti:

1) «derivati da un bene immobile se il bene è un elemento costitutivo del servizio ed è essenziale e indispensabile per la sua prestazione»;

2) «erogati o destinati a un bene immobile, aventi per oggetto l’alterazione fisica o giuridica di tale bene».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it