La forma per l’impugnazione delle delibere condominiali: l’atto di citazione è l’unica strada percorribile? La sanatoria degli atti e i primi orientamenti dopo la riforma del Condominio (L. 220/2012), una posizione eccessivamente rigorosa.

La forma per l’impugnazione delle delibere condominiali: l’atto di citazione è l’unica strada percorribile? La sanatoria degli atti e i primi orientamenti dopo la riforma del Condominio (L. 220/2012), una posizione eccessivamente rigorosa.

di Accoti Paolo, Avv.

Scarica il documento

accoti-paolo

Accoti Paolo

Patrocinante presso la Corte di Cassazione e Magistrature Superiori , svolge la professione in Trebisacce e Roma;  e-mail: avv.paolo.accoti@gmail.com,  sito web: www.paoloaccoti.com. Ha seguito un corso di perfezionamento in "Diritto dei consumi e dei consumatori". Si occupa principalmente di diritto civile, diritto condominiale, diritto del lavoro, diritto previdenziale, diritto di famiglia, risarcimento del danno e infortunistica. E’ Articolista giuridico e autore di pubblicazioni su riviste giuridiche online.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!