La falsità dell’autodichiarazione resa è fatto da sé sufficiente a sostenere la revoca dell’affidamento dei lavori e di conseguenza l’escussione della cauzione provvisoria

La falsità dell’autodichiarazione resa è fatto da sé sufficiente a sostenere la revoca dell’affidamento dei lavori e di conseguenza l’escussione della cauzione provvisoria

di Lazzini Sonia

Versione PDF del documento

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!