Il Condominio può rivalersi sulla ditta di manutenzione se l’ascensore non funziona

Il Condominio può rivalersi sulla ditta di manutenzione se l’ascensore non funziona

di Maria Elena Coletti

Versione PDF del documento

Il caso

Un condomino, a seguito di una brusca, improvvisa accelerazione dell’ascensore, aveva riportato dei danni. A rispondere dell’accaduto viene richiamata la ditta di manutenzione, colpevole non di non aver effettuato gli interventi manutentivi previsti dal contratto e richiesti dal condominio, ma di non aver sostituito quella componente dell’ascensore, che già nei giorni precedenti all’accaduto, aveva provocato un malfunzionamento, concorrendo con il condominio a causare il sinistro.

Si legga anche:”Il condomino che impedisce l’installazione dei ponteggi necessari per lavori straordinari nelle parti comuni è tenuto a risarcire i danni che per tale illecito comportamento i condomini hanno dovuto subire”

La decisione

La ditta di manutenzione, dal canto suo, mette in evidenza il fatto che la sostituzione di quella particolare componente dell’ascensore fosse decisione di competenza dell’immobile e non sua, e che i problemi di funzionamento dati dall’ascensore non necessariamente erano collegabili a quel pezzo che, semplicemente, poteva essere sostituito con uno diverso. Ciò su cui però punta la Corte nella sentenza in questione è proprio che la ditta di manutenzione , tra i suoi obblighi, non ha solo quello di intervenire ogniqualvolta l’ascensore presenti un inconveniente, ma anche di segnalare al condominio la sostituzione di componenti dell’ascensore che potrebbero essere causa di malfunzionamenti. A maggior ragione in considerazione del fatto che un malfunzionamento dell’ascensore potrebbe, come nel caso in esame, comportare danni, anche gravi, alle persone che ne dispongono l’utilizzo.

Ciò anche in virtù del fatto che al condominio, quindi diciamo alla proprietà, non compete una valutazione tecnica su quelli che sono gli elementi costitutivo di un ascensore. Va da sè che il ricorso a una ditta di manutenzione serve non solo per poter far fronte a tutti i possibili guasti che l’ascensore può, normalmente, subire, ma anche, anzi soprattutto, per indicare ai soggetti quali sono le scelte migliori da adottare per garantire sì il buon funzionamento dello stesso, ma essenzialmente per garantire l’incolumità di chi ne fa uso.

Nel caso di specie quindi viene il Condominio viene chiamato a risarcire i danni subiti ai terzi a causa della mancata sostituzione di una parte dell’ascensore, tale da aver creato un movimento non naturale nell’utilizzo dello stesso, determinando un danno fisico a un condomino. In considerazione di ciò col Condominio viene chiamata a concorrere al risarcimento anche la ditta di manutenzione, colpevole di non aver prontamente comunicato alla proprietà la necessità di sostituzione del pezzo, che già in precedenza aveva causato il malfunzionamento dell’ascensore, e che quindi, se fosse stato sostituito, non avrebbe determinato il sinistro.

Cassazione civile, Ordinanza n. 31215/2019

Volume consigliato

Manuale del contenzioso condominiale

Manuale del contenzioso condominiale

Riccardo Mazzon, 2018, Maggioli Editore

Completamente rivista e aggiornata con la più recente normativa e giurisprudenza di settore, la II edizione di quest’apprezzatissima Opera analizza i principi generali della responsabilità condominiale nei confronti dei diritti dei singoli...



 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!