Esame avvocato 2018, nomina membri sottocommisioni

Esame d’avvocato 2018: dal Cnf, richiesta componenti di Commissioni

Redazione

Versione PDF del documento

Con circolare 6-C-2018 il Consiglio nazionale forense ha trasmesso ai Presidenti dei Consigli degli Ordini distrettuali degli avvocati, una nota pervenuta il 7 giugno 2018 dal Ministero della Giustizia – Dipartimento per gli Affari di Giustizia – riguardo la composizione delle sottocommissioni per l’esame di avvocato 2018, nel rispetto dei dettami di cui all’art. 47 della Legge 247/2012.

Al riguardo, si chiarisce, gli avvocati chiamati a far parte delle sottocommissioni esaminatrici devono possedere il requisito dell’iscrizione all’albo speciale degli avvocati “Cassazionisti”, tenendo altresì conto delle ipotesi di incompatibilità di cui al menzionato art. 47.

Si segnala inoltre la necessità di indicare un congruo numero di professionisti per l’eventuale formazione di ulteriori sottocommissioni, tenendo conto del presumibile numero di sottocommissioni sulla base delle domande pervenute nella precedente sessione 2017.

Ancora, si chiede ai Presidenti dei Consigli degli Ordini distrettuali di svolgere funzioni di coordinamento tra i Consigli circondariali del proprio Distretto e di compilare e restituire l’apposito modulo allegato alla presente comunicazione, con l’indicazione dei nominativi degli avvocati designati (componenti effettivi e supplenti), comprese le informazioni richieste. Il tutto, entro il minor tempo possibile, in modo da permettere al Cnf la comunicazione tempestiva al Ministero della Giustizia.

Si sollecita infine affinché la designazione dei suddetti componenti avvenga con la massima premura, previo interpello degli interessati al fine di garantire la loro disponibilità ad assumere l’incarico, ed affinché siano proposte persone dotate di effettiva professionalità, prestigio, assoluta indipendenza ed imparzialità. A tale ultimo proposito il citato art. 47, commi 1 e 5 della Legge n. 247/12, richiede che alle designazioni dei commissari d’esame siano unite le loro rispettive dichiarazioni di responsabilità in ordine alla insussistenza delle cause di incompatibilità.

Volume consigliato 

I nuovi parametri forensi dopo il D.M. 37/2018

I nuovi parametri forensi dopo il D.M. 37/2018

Andrea Giurdanella - Marco Antoci, 2018, Maggioli Editore

L’opera razionalizza le recenti riforme normative in materia di compensi professionali: l’equo compenso, introdotto all’art. 13-bis della legge professionale e la riforma dei parametri forensi di cui al D.M. 8 marzo 2018, n. 37, in vigore dal 27 aprile 2018 che, in particolare,...



Consulta la sezione dedicata alla pratica d’Avvocato!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it