Dati degli esercenti sul POS: proroga ai termini di trasmissione

Redazione 06/09/22
Scarica PDF Stampa
Tramite provvedimento del 2 settembre 2022, l’Agenzia delle Entrate proroga i termini di trasmissione dei dati raccolti dai POS, modificando un precedente provvedimento.

     Indice

  1. Il provvedimento
  2. La proroga

1. Il provvedimento

Nel decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124 veniva stabilito l’obbligo, per gli esercenti che accettano pagamenti tramite POS, di trasmettere alcuni dati sulla propria attività e sulle transazioni elettroniche effettuate. Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del n. 253155 del 30 giugno 2022 serviva a definire i termini, le modalità e le informazioni da trasmettere, e prevedeva termini di trasmissione al 5 settembre per le transazioni contabilizzate dal 1°settembre 2022, e al 31 ottobre per quelle contabilizzate nel periodo dal 1° gennaio al 31 agosto 2022.

2. La proroga

Questi termini erano stati contestati dagli esercenti, che ne avevano lamentato l’eccessivo rigore.

Con il provvedimento del 2 settembre 2022, quindi, i predetti termini di trasmissione vengono rimandati rispettivamente al 15 ottobre p.v. per le operazioni contabilizzate dal 1°settembre, e al 30 novembre per la trasmissione delle informazioni relative alle transazioni contabilizzate nel periodo dal 1° gennaio al 31 agosto 2022. Inoltre, è stato ampliato di un giorno il termine di trasmissione a regime.

Le trasmissioni devono essere effettuate telematicamente tramite la società PagoPA S.p.a., e riguardano i dati identificativi degli strumenti di pagamento elettronico messi a disposizione degli esercenti nonché l’importo complessivo delle transazioni giornaliere effettuate da questi ultimi mediante gli stessi strumenti, come da decreto-legge sopra riportato

>>>Leggi qui il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate<<<

Scrivi un commento

Accedi per poter inserire un commento