Conte firma un nuovo Dpcm del 11 marzo 2020 (pdf)

Conte firma un nuovo Dpcm del 11 marzo 2020 (pdf)

di Redazione

Versione PDF del documento

Il Presidente Conte ha firmato il nuovo Dpcm (qui allegato) recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.

La chiusura

“Chiusura di tutte le attivita’ commerciali di vendita al dettaglio” ad eccezione dei negozi di prima necessità, delle farmacie e delle parafarmacie.” Poi l’invito: “Non è necessario fare nessuna corsa per acquistare il cibo: i negozi di alimentari restano aperti”. Ma “chiudiamo negozi, bar, pub ristoranti, parrucchieri, centri estetici, servizi di mensa, attività produttive e professionali devono attuare il lavoro agile, sono incentivate ferie, congedi retribuiti, sono chiusi i reparti non indispensabili per la produzione”.

Si legga anche:”

Il commissario Arcuri

“A breve nominerò un commissario delegale, per potenziare la risposta delle strutture ospedaliere all’emergenza sanitaria. Sarà un commissario che avrà ampio potere di deroga e lavorerà soprattutto per la produzione e la distribuzione di attrezzature per terapia intensiva e sub intensiva. Sarà Domenico Arcuri, che si coordinerà con Borrelli”.

Le attività produttive

“Per le attività produttive va incentivato il più possibile il lavoro agile, incentivate le ferie e i permessi”.
“Industrie e fabbriche potranno continuare a svolgere la produzione a condizione che garantiscano condizioni di sicurezza per i lavoratori”, ha aggiunto il premier.  “Resta ovviamente garantito lo svolgimento dei servizi pubblici essenziali, quindi i trasporti pubblici, i servizi bancari, postali, finanziari, assicurativi e tutte le attività per il corretto funzionamento di questi settori”

IN PRIMO PIANO: CORONAVIRUS

Diventa autore di Diritto.it

Scarica il documento

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!