Concorso per 250 Vigili del Fuoco: scadenza il 15 dicembre
Home » News » Focus

Concorso per 250 Vigili del Fuoco: scadenza il 15 dicembre

Redazione

Versione PDF del documento

Cerchi un avvocato? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis!

 

Pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale l’atteso concorso pubblico per titoli ed esami per 250 nuovi Vigili del Fuoco. Il bando è aperto anche ai cittadini civili: il 10% dei posti è infatti riservato a chi non ha prestato servizio nelle Forze Armate o come volontario. La scadenza per presentare la domanda è fissata al 15 dicembre 2016.

Vediamo le regole del concorso e cosa bisogna fare per iscriversi.

 

Leggi il bando di concorso per Vigili del Fuoco.

Come ci si iscrive al concorso pubblico?

La domanda di partecipazione al concorso pubblico deve essere presentata esclusivamente utilizzando la procedura informatica disponibile sul sito del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, all’indirizzo https://concorsi.vigilfuoco.it. Non sono ammesse altre forme di invio delle domande di partecipazione.

La scadenza per compilare la domanda online è fissata improrogabilmente al 15 dicembre 2016.

 

Come si compila la domanda online?

I candidati devono indicare nella domanda nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza e codice fiscale e dichiarare di essere in possesso della cittadinanza italiana, dei diritti politici, del titolo di studio richiesto e di non essere stati sottoposti a pene detentive e misure di prevenzione. Inoltre, gli aspiranti Vigili del Fuoco devono indicare la lingua prescelta (inglese, francese, spagnolo o tedesco) per la prova orale in lingua straniera.

Dopo aver inserito i dati richiesti, i candidati devono effettuare la stampa della domanda da sottoscrivere  e consegnare  il giorno stabilito per  la prova preselettiva.

 

Concorso per Vigili del Fuoco: quali saranno le prove d’esame?

Il concorso per Vigili del Fuoco prevede una prima prova preselettiva e un successivo esame finale.

La sede e la data del test di preselezione saranno comunicate il 31 gennaio 2017 in Gazzetta Ufficiale e sul sito internet dei Vigili del Fuoco. La prova preselettiva consisterà nella soluzione di quesiti logico-deduttivi a risposta multipla, nonché da domande che verteranno sulle seguenti materie:

  • italiano;
  • storia;
  • cittadinanza e Costituzione;
  • scienze;
  • geografia;
  • tecnologia;
  • matematica.

L’esame finale consisterà invece in una prova motorio-attitudinale e in un colloquio, seguito dalla valutazione dei titoli.

 

Prove d’esame: come si calcola il punteggio finale?

Per la valutazione delle prove d’esame finale è fissato un punteggio massimo complessivo di 100 punti, che corrisponderà alla somma dei punteggi ottenuti in ciascun elemento di valutazione. Il punteggio sarà così distribuito:

  • prova motorio-attitudinale: 50 punti;
  • colloquio: 35 punti;
  • titoli posseduti: 15 punti.

 

Quali sono i requisiti di partecipazione?

I requisiti di partecipazione al concorso per i 250 posti di Vigile del Fuoco sono la cittadinanza italiana, il pieno godimento dei diritti politici, il possesso dei rilevanti requisiti psico-fisici e attitudinali e il possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo.

I candidati, inoltre, non dovranno aver compiuto i 30 anni di età. Il limite è innalzato a 37 anni per chi è iscritto da almeno un anno negli elenchi del personale volontario del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it