Cassa Forense: accesso al credito per avvocati under 35

di Redazione
PDF

Il 22 Aprile la Cassa Forense ha pubblicato, insieme ad altre misure di sostegno per gli iscritti, un bando per l’accesso al credito degli avvocati iscritti under 35, tramite l’abbattimento al 100% degli interessi passivi e sostegno agli aspetti legati alla garanzia. Vediamo nel dettaglio cosa prevede questo bando.

>>>Leggi il bando<<<

     Indice

  1. Cosa prevede il bando
  2. Chi può accedere
  3. Termini e modalità di accesso 

1.Cosa prevede il bando

Il bando offre agli iscritti under 35 un abbattimento al 100% degli interessi passivi relativi ad un prestito deliberato dalla Banca Popolare di Sondrio, con le seguenti caratteristiche:

  • Finalità di allestimento ed al potenziamento dello studio legale
  • Un tasso nominale annuo fisso pari all’IRS lettera di periodo corrispondente alla durata del prestito concesso (ovvero uno, due, tre, quattro e cinque anni) maggiorato di uno spread pari al 3,40%
  • Un limite minimo di capitale concesso in prestito pari ad € 5.000,00 ed un massimo pari ad € 15.000,00 per iscritto
  • Una durata di 12, 24, 36, 48 o 60 mesi
  • La periodicità rata mensile 
  • Spese di istruttoria una tantum pari ad € 35,00 a carico del richiedente 
  • Nessuna spesa per incasso rata 
  • Estinzione anticipata possibile in qualsiasi momento senza l’applicazione di alcuna penale 
  • Oneri fiscali, all’atto dell’erogazione sarà trattenuta, in ottemperanza al DPR 601/73, l’imposta sostitutiva pari allo 0,25% del capitale erogato 

Gli interessi verranno versati dalla Cassa all’Istituto di credito fino ad esaurimento del fondo stanziato di €1.000.000,00.

Per coloro che abbiano dichiarato un reddito professionale inferiore ad € 10.000,00 è prevista la possibilità di beneficiare della garanzia fideiussoria prestata dall’Ente per il prestito, tramite il fondo stanziato di € 2.500.000,00.

2. Chi può accedere

Per accedere ai benefici a bando, il professionista, regolarmente iscritto all’Albo, dovrà rispondere ai seguenti requisiti:

  • Deve essere in regola con le prescritte comunicazioni reddituali alla Cassa e con il pagamento dei contributi previdenziali nei confronti dell’Ente, con possibilità di presentare all’atto della domanda richiesta di regolarizzazione spontanea o di aderire ad accertamenti già avviati dalla Cassa 
  • Deve aver dichiarato, nell’ultimo Modello 5, un reddito netto professionale non superiore ad € 40.000,00
  • Non deve aver compiuto il 35° anno di età alla data di presentazione della domanda
  • Deve essere iscritto alla Cassa da almeno due anni, compresi eventuali periodi di praticantato
  • Non deve avere in corso un altro prestito riguardante precedenti analoghi bandi della Cassa Forense

3. Termini e modalità di accesso

La richiesta di prestito deve essere inviata entro il 31/10/2022, a pena di inammissibilità, alla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense esclusivamente tramite l’apposita procedura on line attivata sul sito internet della Cassa (www.cassaforense.it). Il richiedente dovrà allegare, sempre con modalità telematica, un’autocertificazione riguardante le finalità del prestito.  Le richieste verranno evase in ordine di data di presentazione della domanda e fino ad esaurimento dei fondi stanziati.

I richiedenti ammessi dovranno sottoscrivere, a pena di decadenza, il relativo contratto di prestito con Banca Popolare di Sondrio entro i 60 giorni successivi alla comunicazione di ammissione al beneficio.

>>>Leggi il bando<<<

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e