Cartabia, nelle Corti d’Appello per illustrare le novità dell’Ufficio del processo

di Redazione
Nona tappa del viaggio della Ministra della giustizia, Marta Cartabia, nelle Corti d’Appello d’Italia, per illustrare le novità dell’Ufficio del processo.
Cartabia a Roma per l’UPP: “Occasione di rinascita per il sistema e il Paese”(video integrale)

Cartabia, Ufficio del Processo grande opportunità

È questo un momento di grande opportunità di rinascita della giustizia e con essa di tutto il Paese”. Intervenuta Roma nella Corte d’Appello della Capitale, nona tappa del suo viaggio in tutti i distretti d’Italia, la ministra della Giustizia, Marta Cartabia ha parlato della grande occasione che rappresenta l’Ufficio per il processo per un decisivo cambio di paradigma per l’intero sistema e per l’Italia. Un’occasione che da domani prende il “via” con le prove scritte nelle varie regioni per il reclutamento dei primi 8.171 addetti all’UPP.

”Questi incontri nelle Corti di Appello sono di un’utilità straordinaria per mettere a fuoco le urgenze nella giustizia” – ha specificato la Guardasigilli – “Abbiamo tutti sulla spalle un’eredità molto pesante, ci siamo trovati una storia pregressa che ci ha consegnato una serie di difficoltà. Qualcosa però si è avviato, c’è tanto cammino ancora da fare, sono processi lunghi”.

Ripercorrendo tutto quello che si sta compiendo sul fronte giustizia, la Ministra ha parlato anche dei prossimi concorsi in atto, dalla ricerca di nuove figure (5.410 tra laureati e diplomati)  ma anche e soprattutto al prossimo bando per la ricerca di 500 nuovi magistrati.

Qui troverai tutte le novità relative al Pnrr

Considerazioni sul concorso in magistratura

“Il numero di magistrati che c’è nel nostro paese è veramente troppo basso non so se lo guardiamo in percentuale per numero di abitanti rispetto al resto d’Europa, abbiamo un livello assolutamente inaccettabile insufficiente. Io non dico che sia solo questa la strada, ma sicuramente se c’è una domanda di Giustizia più alta è evidente che anche la possibilità di rispondere deve essere più adeguata per questo abbiamo.

Immediatamente in piena pandemia nel pieno inverno scorso riattivato il concorso per la magistratura quello che era fermo era stato bandito e 310 posti e poi adesso ce n’è un altro in gestazione concorsone da 500 postima anche questo non basterà se non viene accompagnato anche da una riflessione sulla formazione del giurista a livello universitario e sulla preparazione degli aspiranti magistrati, perché è inutile ampliare le piante organiche se i concorsi che noi facciamo non selezionano mai nemmeno un numero sufficiente di posti i vincitori che possano coprire tutti i posti messi a bando, c’è qualche cosa da sbloccare in questo elemento perché se noi mettiamo a bando 300 posti e i vincitori sono 250 non lo so e non sto dicendo  cose reali perché non so quali saranno gli esiti della commissione che sta  ancora lavorando o se ne metteremo 500 e superano il concorso in 300 vuol dire che non è neanche un problema di piante organiche c’è prima qualche elemento che ci deve far interrogare se l’accesso alla magistratura e la formazione degli studi giuridici sia attuale adeguata oppure se le forme concorsuali che abbiamo immaginato siano corrispondenti con la realtà che oggi”.

Il volume d’approfondimento per il Concorso dell’Ufficio del Processo

Concorso Ufficio per il processo 8171 posti - Prova scritta

Concorso Ufficio per il processo 8171 posti - Prova scritta

Luigi Tramontano, Marco Zincani, 2021, Maggioli Editore

Sulla Gazzetta ufficiale del 6 agosto 2021 n. 62 è stato pubblicato il bando di concorso per il reclutamento a tempo determinato di 8171 addetti all’Ufficio per il Processo del Ministero della Giustizia. Il bando prevede di selezionare i candidati attraverso una prova scritta e la...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it