Concorso per 500 magistrati: correzione prove scritte

di Redazione
PDF

Al 3 ottobre la correzione delle  prove scritte del concorso al Ministero della giustizia per 500 posti da magistrato hanno interessato 272 buste: sono risultati idonei 60 candidati. Il concorso si era svolto il 13, 14 e 15 luglio 2022 nelle città di Roma, Bari, Bologna, Milano e Torino.

Vediamo di seguito tutti i dettagli.

Indice:

  1. Date delle prove
  2. Sedi delle prove scritte
  3. Procedure identificative preliminari
  4. Svolgimento delle prove
  5. Consultazione testi in sede di esame
  6. Disposizioni anti Covid

Date delle prove

Le prove scritte del concorso avranno luogo nei giorni 13, 14 e 15 luglio 2022, con ingresso nelle sale di esame alle ore 8.00 per i candidati il cui cognome è compreso tra le lettere A ed L, ed alle ore 9.00 per i candidati il cui cognome è compreso tra le lettere M e Z.

L’ingresso dei candidati sarà consentito fino alle ore 10.00; successivamente verranno chiusi i cancelli esterni e saranno ammessi all’esame solo i candidati presenti all’interno degli stessi.

Sedi delle prove scritte

Le prove scritte del concorso si  svolgeranno su cinque sedi, individuate nelle città di Roma, Bari, Bologna, Milano e Torino.

La  ripartizione  dei  candidati nelle sedi è stata effettuata su base regionale, come da seguenti prospetti,  che tengono conto del  luogo di   residenza dichiarato nella domanda di partecipazione:

Prospetto 1
sede di Roma (Fiera Roma, Via Portuense, n. 1645- 1647)
Lazio, Abruzzo, Molise, Toscana, Umbria, Liguria, Calabria;

Prospetto 2
sede di Bari (Nuova Fiera del Levante, Lungomare Starita n. 4)
Puglia;

Prospetto 3
sede di Bologna (Bologna Fiere, Piazza della Costituzione, n. 6)
Emilia-Romagna, Campania, Basilicata, Marche;

Prospetto 4
sede di Milano (Fiera Milano Rho, Strada statale Sempione, n. 28)
Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige, Veneto;

Prospetto 5
sede di Torino (Lingotto Fiere, Via Nizza, n. 294)
Piemonte, Valle d’Aosta, Sardegna, Sicilia.

Per i candidati residenti all’estero si è fatto riferimento alla Procura di Roma e di conseguenza alla sede di Roma.

Nei prospetti indicati non si è tenuto conto di eventuali particelle o apostrofi presenti nel cognome dei candidati che sono stati considerati, pertanto, come un’unica parola (es. D’Amico =Damico; De Luca = Deluca). Analogamente, il secondo cognome è stato unito al primo, considerandolo come un’unica parola (es. Bianco Verde = Biancoverde).

Procedure identificative preliminari

>> CLICCA QUI per CONSULTARE DATA e SEDI <<

Nel corso di tali procedure i candidati dovranno attendere ai seguenti adempimenti:

a. identificazione personale mediante esibizione di un documento di riconoscimento valido e del codice identificativo, comprensivo del codice a barre, contenuto nella ricevuta di invio telematico della domanda;
in caso di delega, il delegato deve presentare apposita delega, la fotocopia del documento di riconoscimento del delegante ed il codice identificativo, comprensivo del codice a barre, contenuto nella ricevuta di invio telematico della domanda del delegante. Il delegato deve rispettare giorno e turno assegnati al delegante dal presente decreto;

b. ritiro della tessera di riconoscimento da utilizzare per le prove scritte ed orali; tale tessera dovrà essere esibita a richiesta della Commissione o del personale di vigilanza unitamente alla carta d’identità o altro documento equipollente;

c. consegna dei codici, dei testi di legge e dei dizionari di cui è ammessa la consultazione, per la preventiva verifica da parte della Commissione.

Svolgimento delle prove

Per ciascuna materia oggetto delle prove scritte i candidati avranno a disposizione, per lo svolgimento del tema, cinque ore dalla dettatura della traccia.

E’ fatto assoluto divieto di introdurre nell’aula d’esame carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri o pubblicazioni di qualunque genere non autorizzati, telefoni cellulari, agende elettroniche e qualsiasi strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati. Non è altresì consentito introdurre borse di alcun tipo o dimensione: i candidati potranno portare con sé gli indispensabili effetti personali; sulle bevande e sul cibo verranno date successive indicazioni nell’avviso che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del 21 giugno 2022, e sul sito del Ministero, www.giustizia.it alla voce “strumenti/concorsi, esami, selezioni e assunzioni”.

Consultazione testi in sede di esame

In sede di esame i candidati possono consultare soltanto i testi dei codici e delle leggi ed i dizionari della lingua italiana.

Sulla copertina esterna e sulla prima pagina interna dei predetti testi il candidato deve indicare, in stampatello, cognome, nome e data di nascita.

In sede di verifica saranno esclusi tutti i testi non ammessi, in particolare quelli contenenti note, commenti, annotazioni anche a mano, raffronti o richiami dottrinali e giurisprudenziali di qualsiasi genere.

Disposizioni anti Covid

La partecipazione alle procedure preliminari è subordinata all’esatta osservanza delle disposizioni anti-Covid 19 di cui si darà notizia mediante successivo avviso che sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica del 21 giugno 2022, e sul sito del Ministero, www.giustizia.it alla voce “strumenti/concorsi, esami, selezioni e assunzioni”.

 

 

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e