Bonus vacanze, previsto nel decreto Sostegni bis

di Redazione

Il Governo ha posto la questione di fiducia sul decreto legge Sostegni bis all’esame dell’Aula della Camera.

Il testo deve essere approvato in via definitiva dal Parlamento entro il 24 luglio.

Tra le novità nel testo, in via di approvazione, si legge il bonus vacanze che viene esteso anche ai “pacchetti turistici”. A prevederlo è un emendamento al decreto approvato in commissione Bilancio alla Camera.

La modifica al decreto introduce anche un fondo da 5 milioni per il 2021 per il sostegno dei B&B, cioè le strutture ricettive extra-alberghiere a carattere non imprenditoriale munite di codice identificativo o mediante autocertificazione da “B&B”.

Prima dell’emendamento il bonus vacanze poteva essere speso direttamente presso la struttura ricettiva (albergo, villaggio turistico, agriturismo, ecc.) o anche presso agenzie di viaggio o tour operator. L’emendamento, quindi, prevede che il voucher e la detrazione possano essere spesi anche per l’acquisto di pacchetti turistici e non solo per i servizi che offrono agenzie di viaggio, tour operator e strutture aderenti.

 Il bonus si doveva richiedere tramite l’app IO entro il 31 dicembre 2020 e rimane spendibile, salvo proroghe, entro il 31 dicembre 2021. 

Possono ottenere il beneficio i cittadini italiani con Isee del nucleo familiare pari o inferiore a 40mila euro. Il valore del bonus è variabile in base alla composizione del nucleo familiare: 500 euro nel caso in cui il nucleo composto da tre o più persone, o 300 euro se è composto da due persone.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!