Bonus rottamazione TV: a chi spetta e come richiederlo. Scarica qui il modulo

di Redazione

A partire dal 23 agosto è possibile richiedere il bonus rottamazione tv per l’acquisto di televisori compatibili con il nuovo digitale terreste Dvbt-2/Hevc Main. Questo è quanto comunicato dal Ministero dello sviluppo economico che ha stabilito le regole per usufruire del bonus nel Decreto Ministeriale 5 luglio 2021.

Che cos’è il bonus rottamazione tv

Il bonus rottamazione tv consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro, rottamando apparecchi tv acquistati prima del 22 dicembre 2018 che non risultano più idonei ai nuovi standard tecnologici di trasmissione televisiva.

Requisiti per avere il bonus

Il bonus rottamazione tv può essere richiesto da tutti i cittadininon prevede limiti di ISEE, purchè ricorrano le seguenti condizioni:

  • residenza in Italia,
  • rottamazione di un televisore,
  • pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione.

Il precedente incentivo, che a differenza di quello attuale prevedeva un certo limite di ISEE, rimane in vigore ed è pertanto cumulabile.

Il contributo verrà riconosciuto per l’acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare fino al 31 dicembre 2022 (salvo esaurimento anticipato dei fondi).

Inoltre, il bonus è riconosciuto per l’acquisto di un solo apparecchio televisivo tra quelli compresi nell’elenco dei prodotti idonei, pubblicato sul sito del Ministero dello sviluppo economico (nuovatvdigitale.mise.gov.it)

Come richiederlo

Per richiederlo è sufficiente avere un apparecchio da rottamare e presentarsi dal rivenditore o all’isola ecologica autorizzati con il modulo di autodichiarazione compilato.

Tutti i rivenditori possono registrarsi sulla piattaforma resa già disponibile dall’Agenzia delle entrate per il precedente bonus, che consente automaticamente di essere autorizzati a concedere il bonus ai cittadini.

Rottamazione del vecchio TV per avere il bonus

La rottamazione potrà essere effettuata:

  • in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio, che si occuperà poi dello smaltimento dell’apparecchio e di ottenere un credito fiscale pari allo sconto riconosciuto al cliente al momento dell’acquisto del nuovo apparecchio,
  • oppure consegnando la vecchia tv direttamente in una isola ecologica autorizzata. In questo caso un modulo certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, con la relativa documentazione per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto.

>> CLICCA QUI per scaricare il MODULO

>> SCOPRI TUTTI I BONUS 2021<<

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!