AVCP e MEF: siglato un protocollo d’intesa per ridurre gli obblighi informativi in capo alle stazioni appaltanti e agli enti aggiudicatori

AVCP e MEF: siglato un protocollo d’intesa per ridurre gli obblighi informativi in capo alle stazioni appaltanti e agli enti aggiudicatori

Redazione

Versione PDF del documento

Con comunicato stampa congiunto del 30 settembre 2013, l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture e la Ragioneria Generale dello Stato hanno siglato un protocollo d’intesa volto a semplificare gli adempimenti per il monitoraggio delle opere pubbliche previsti dal D.Lgs. 229/2011 e dal relativo decreto di attuazione (D.M. 26 febbraio 2013, modificato dal D.M. 1° agosto 2013).

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (RGS) e l’AVCP concordano, infatti, sulla necessità di instaurare un rapporto di collaborazione finalizzato al collegamento dei propri sistemi informativi per lo scambio automatizzato delle informazioni contenute nei rispettivi archivi, concernenti il ciclo di vita delle opere pubbliche, corredate sia del CUP che del CIG.

Il Protocollo si applica per le opere pubbliche in corso di progettazione o realizzazione alla data del 21 febbraio 2012, nonché per quelle avviate successivamente a detta data. Tuttavia, il suddetto periodo, se così concordato dalle parti, potrà essere esteso.

In particolare, il protocollo definisce le modalità di collaborazione e di scambio dei dati tra la Banca dati unitaria delle amministrazioni pubbliche (BDAP) del Ministero dell’Economia e della Finanze – Dipartimento Ragioneria Generale dello Stato e la Banca dati dei contratti pubblici e riduce gli obblighi informativi in capo alle stazioni appaltanti e agli enti aggiudicatori che non dovranno inviare le stesse informazioni ad entrambe le amministrazioni.

In particolare, per i dati anagrafici, finanziari, fisici e procedurali, già trasmessi all’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture l’obbligo di trasmissione al Ministero dell’economia e delle finanze si intende assolto. Sarà cura dell’Autorità trasmettere i dati relativi al monitoraggio sulla spesa per opere pubbliche direttamente alla BDAP nelle modalità concordate nel protocollo.

Le amministrazioni dovranno, pertanto, inviare al Mef soltanto le informazioni che non sono state oggetto di rilevazione da parte dell’Autorità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it