Tirocini in tribunale: arriva la proroga per il 2017

Cerchi un avvocato? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis!

 

Pubblicato ieri sul sito internet del Ministero della Giustizia il provvedimento che apre la procedura per il proseguimento nel 2017 dei tirocini in tribunale nell’ambito dell’ufficio per il processo. Coloro che hanno già completato nel 2016 un tirocinio formativo presso tale ufficio potranno infatti continuare il periodo di perfezionamento per ulteriori 12 mesi nella stessa sede. Si tratta, nel complesso, di 1.502 posizioni.

Vediamo nel dettaglio come funziona la procedura per la proroga dei tirocini.

 

Scarica la domanda per il prolungamento del tirocinio 2017.

 

Quali sono i tirocinanti interessati?

Come si legge dal provvedimento del Ministero della Giustizia, che ufficializza quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2017, possono richiedere il proseguimento del tirocinio formativo per 12 mesi e presso gli stessi uffici giudiziari i soggetti che nel 2016 hanno già svolto un periodo di formazione presso l’ufficio per il processo dei vari tribunali.

Si tratta, in sostanza, di una platea di tirocinanti senza un regolare contratto di lavoro che da anni si definiscono “precari della giustizia“.

 

Chi sono i precari della giustizia?

I cosiddetti precari della giustizia sono tutti quei soggetti che svolgono compiti importanti all’interno degli uffici giudiziari italiani ma che non hanno una posizione lavorativa stabile. Tra di essi, a peggiorare le cose, ci sono centinaia di lavoratori non più giovani o appena laureati.

Già nel 2013 questi lavoratori, cassintegrati, in mobilità o disoccupati, erano stati inseriti in un percorso di tirocinio retribuito (seppur scarsamente) all’interno delle cancellerie italiane. Il tirocinio si era concluso il 31 dicembre 2013, ma era stato successivamente prorogato fino alla fine del 2014 e poi fino al 28 febbraio 2015. Dall’inizio del 2016 i precari erano stati infine inquadrati, sempre come tirocinanti, all’interno del nuovo ufficio per il processo.

 

Che cos’è l’ufficio per il processo?

L’ufficio per il processo è un progetto del Ministero della Giustizia volto a supportare i processi di innovazione degli uffici giudiziari e a migliorare il servizio di cancelleria. Le figure all’interno dell’ufficio aiutano giudici e cancellieri nello svolgimento di diversi tipi di attività, in particolare nel reperimento della documentazione e nello sfruttamento degli strumenti informatici.

L’ufficio per il processo è stato però sfruttato dalla sua istituzione anche per offrire un ennesimo tirocinio all’esercito dei precari della giustizia. Un modo, insomma, per far loro proseguire il lavoro all’interno dei tribunali anche in assenza o impossibilità di un contratto vero e proprio.

Così, oggi, ai 1.502 tirocinanti già selezionati alla fine del 2015 per riempire le fila dell’ufficio per il processo è stato offerto di prorogare il tirocinio, con borse di studio di valore non superiore a 400 euro mensili, per tutto il 2017.

 

Come si può partecipare?

I tirocinanti che vogliono mantenere la loro posizione nel 2017 dovranno presentare domanda di prosecuzione attraverso il fac-simile scaricabile dal sito del Ministero della Giustizia. La domanda dovrà essere consegnata, sia personalmente sia tramite raccomandata A/R, all’ufficio giudiziario presso cui l’interessato ha svolto il tirocinio nel 2016.

La data di scadenza di presentazione della domanda è lunedì 16 gennaio 2017.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it