Tar Puglia - Sentenza n. 3789-2010 (Sussiste il diritto di accesso a certificazione medica prodotta ai fini della L. 104/1992, qualora richiesta previo oscuramento del nome e della diagnosi)

Tar Puglia – Sentenza n. 3789-2010 (Sussiste il diritto di accesso a certificazione medica prodotta ai fini della L. 104/1992, qualora richiesta previo oscuramento del nome e della diagnosi)

giurisprudenza

Versione PDF del documento

  • Tar Puglia – Sentenza n. 3789-2010 (Sussiste il diritto di accesso a certificazione medica prodotta ai fini della L. 104/1992, qualora richiesta previo oscuramento del nome e della diagnosi).

Sebbene la documentazione richiesta contenga potenzialmente dati cd. sensibilissimi poichè idonei a rivelare lo stato di salute di una minore, in considerazione delle modalità con le quali l’interessata stessa chiede di accedervi (previo oscuramento del nome della minore e della relativa diagnosi), non si rileva in concreto alcuna compromissione del diritto alla riservatezza.
In buona sostanza i dati sensibilissimi verrebbero celati, con ciò stesso restando esclusa la necessità di operare sia la valutazione della stretta indispensabilità dell’accesso sia la comparazione ed il bilanciamento degli interessi in gioco di cui al combinato disposto degli artt.24, comma 7 della legge n.241/90 e 60 del d.lgs. n.196/2003.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!