Statuto delle imprese, le Camere di commercio protagoniste della semplificazione

Statuto delle imprese, le Camere di commercio protagoniste della semplificazione

di Redazione

Versione PDF del documento

Nello Statuto delle imprese (approvato lo scorso 3 novembre ed in corso di pubblicazione) le Camere di commercio entrano più volte in gioco per assecondare l’ambiziosa politica di semplificazione normativa e di riduzione degli adempimenti a carico delle imprese perseguita dal legislatore.

Nella specie, all’art. 6 il legislatore prevede la possibilità per le Regioni e gli enti locali, carenti di risorse interne, di avvalersi del sistema dei predetti enti ai fini della procedura di valutazione dell’impatto delle iniziative legislative e regolamentari sulle imprese.

Nell’articolo 9 il contributo alla semplificazione assume connotati di maggiore incisività: se si rispettano norme e requisiti resi noti tramite le camere di commercio potrà essere iniziata qualsiasi attività con la certezza che non potranno essere richiesti ulteriori adempimenti in quanto ripetitivi ed inutili.

Sono infatti espressamente rimesse alla Camere le funzioni di pubblicazione e di aggiornamento delle norme e dei requisiti minimi per l’esercizio di ciascuna tipologia di attività d’impresa. A tal fine esse ricevono annualmente, entro il 31 dicembre, la comunicazione da parte delle amministrazioni dell’elenco delle norme e dei requisiti minimi richiesti per l’avvio dell’attività imprenditoriale.

Ancora, le Camere sono chiamate ad inserire nel repertorio economico amministrativo (REA) le certificazioni relative all’impresa comunicate dalla stessa al registro delle imprese.

È fatto inoltre divieto di richiedere ulteriori adempimenti alle pubbliche amministrazioni cui sia stato dalle imprese comunicato il proprio codice di iscrizione nel registro delle imprese. Ad esse è infatti garantito l’accesso telematico gratuito al registro delle imprese. Pertanto vale l’istituto dell’accertamento d’ufficio. (Lilla Laperuta).

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!