Riforma del processo civile: importanti novità in vista

Riforma del processo civile: importanti novità in vista

di Redazione

Versione PDF del documento

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha approvato un disegno di legge di delega al governo per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie.

Il testo contiene disposizioni destinate a incidere profondamente sulla disciplina del contenzioso civile, nell’ottica della semplificazione, della speditezza e della razionalizzazione delle procedure, fermo restando il rispetto delle garanzie del contraddittorio.

Il provvedimento mira al riassetto formale e sostanziale del processo civile, innovando il Codice di procedura civile e le leggi processuali in funzione della semplificazione, speditezza e razionalizzazione del processo civile, fermo restando il rispetto delle garanzie del contraddittorio.
Il Ministro Bonafede ha dichiarato:”Il punto da cui siamo partiti è l’analisi di ciò che non funziona: tempi morti e udienze in cui non succede nulla”. Il premier Giuseppe Conte ha poi aggiunto: “Confidiamo così di attirare sempre più investitori”. Il governo ha dato il via libera alla riforma del processo civile: un disegno di legge delega che dovrà essere accompagnato da decreti attuativi. L’obiettivo principale è dimezzare i tempi, con una durata media calcolata in quattro anni. Dai dati del 2018, risulta che nel 2018 i processi civili con rito ordinario in primo grado hanno avuto una durata media di 1.270 giorni e 1.296 in appello. Ma quali sono le novità previste dalla riforma (in tutto 15 articoli)?

I procedimenti di risoluzione alternativa delle controversie

Il provvedimento amplia il catalogo delle controversie nelle quali è obbligatorio il preventivo tentativo di risoluzione alternativa, che viene invece escluso, quale condizione di procedibilità, in alcuni settori nei quali non ha funzionato adeguatamente (responsabilità sanitaria, contratti finanziari, bancari e assicurativi).
L’utilizzo degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie mira a semplificare la procedura di negoziazione assistita, anche prevedendo l’uso di un modello di convenzione elaborato dal Consiglio Nazionale forense.
Inoltre, si vuole prevedere una puntuale disciplina dell’attività di istruzione stragiudiziale, anche per le modalità di verbalizzazione delle dichiarazioni e per le sanzioni penali nell’ipotesi di dichiarazioni false.
Si mira inoltre ad una maggiorazione del compenso degli avvocati che abbiano fatto ricorso all’istruttoria stragiudiziale.

La riduzione dei riti e l’impugnazione dei licenziamenti

L’intento è quello di semplificazioni del processo e la riduzione dei riti, con la revisione della disciplina del processo di cognizione di primo grado nel rito monocratico e la riduzione del novero dei casi in cui la competenza è attribuita al tribunale in composizione collegiale. In coerenza con le nuove disposizioni, si dispone che anche il processo davanti al giudice di pace si svolga sul modello di quello davanti al tribunale in composizione monocratica, eliminando il tentativo obbligatorio di conciliazione.
Infine, con il provvedimento si unificano i procedimenti di impugnazione dei licenziamenti, con conseguente superamento dell’applicazione della disciplina di cui all’art. 1, commi da 47 a 66, legge n. 92 del 2012 – legge Fornero, fermo restando il carattere prioritario della trattazione delle cause di licenziamento.
Volumi consigliati, in uscita le nuove edizioni aggiornate alle riforme
Le spese di lite

Le spese di lite

Giuseppe De Marzo, Ida Cubicciotti, Cristina Maria Celotto, 2019, Maggioli Editore

Il volume vuole essere una guida per il Professionista che deve considerare, oltre agli aspetti tecnici e giuridici del proprio operato, altresì quelli economici. L’attività forense ha invero un costo e risulta opportuno valutare in via preventiva quali sono i rischi...



Nuovo formulario commentato del processo civile

Nuovo formulario commentato del processo civile

Lucilla Nigro, 2018, Maggioli Editore

Con oltre 200 Formule, corredate ciascuna dalla Norma di Legge, Commento, Termini di Legge o scadenze e preclusioni e Massime Giurisprudenziali, il testo si configura come uno strumento operativo di grande utilità per il Professionista che deve impostare un’efficace strategia...



Manuale pratico dell’esecuzione mobiliare e immobiliare

Manuale pratico dell’esecuzione mobiliare e immobiliare

Francesca Sassano, 2018, Maggioli Editore

VI edizione per questo strumento operativo, indispensabile per il Professionista che si occupa di esecuzioni mobiliari e immobiliari, alla luce delle novità introdotte con il d.lgs. 116/2017 che ha ridefinito e ampliato in materia civile le competenze del giudice di pace e...



Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!