Prestazioni assistenziali, innalzati i requisiti anagrafici

di Redazione
PDF

Lilla Laperuta

In materia di prestazioni assistenziali previste dal D.L. 201/2011, l’Inps, con messaggio del 12 ottobre 2012, n. 16587, ha precisato che, a decorrere dal 1° gennaio 2013, il requisito anagrafico minimo previsto per il conseguimento dell’assegno sociale nonché dell’assegno sociale sostitutivo della pensione d’inabilità civile, dell’assegno mensile di assistenza agli invalidi parziali e della pensione non reversibile ai sordi, viene adeguato all’incremento della speranza di vita, in attuazione dell’art. 12 del D.L. 78/2010, convertito nella L. 122 del 30 luglio 2010.

Alla luce di quanto disposto, dette prestazioni, pertanto, potranno essere concesse al compimento di 65 anni e 3 mesi.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e