Nuovo CCNL portieri, dal 1° gennaio 2013 entrerà in servizio la “badante condominiale”

di Redazione

Lilla Laperuta

È stato rinnovato il contratto nazionale che riguarda i portieri, gli addetti alle pulizie e gli altri dipendenti da proprietari di fabbricati. Il contratto era scaduto il 31 dicembre del 2010, mentre il nuovo accordo entrerà in vigore ufficialmente il 1° gennaio 2013 e scadrà il 31 dicembre del 2014.

Fra le novità si segnala la previsione della figura di una sorta di assistente familiare che svolgerà – in appositi spazi condominiali o all’interno della propria abitazione ovvero nelle proprietà esclusive di uno o più condòmini – servizi per la prima infanzia o per persone anziane autosufficienti.

Tale figura si aggiunge a quella dell’assistente condominiale, chiamato a compiti di natura diversa, come il disbrigo di pratiche amministrative, anche attraverso strumenti informatici.

Le spese del servizio offerto dal “badante condominiale”, secondo quanto previsto dal nuovo CCNL saranno a carico di coloro che ne fruiranno.

Ulteriori novità previste nel nuovo CCNL portieri sono:

1) l’abbassamento del limite minimo di ore lavorative per i portieri con e senza alloggio che passa rispettivamente da 24 a 20 ore e da 20 a 16 ore;

2) la corresponsione degli arretrati relativi agli anni 2011 e 2012 in due fasi nei mesi di febbraio e agosto 2013.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!