Lea 2017: quali sono le nuove malattie esenti da ticket?

di Redazione

Cerchi un avvocato? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis!

 

Giovedì 12 gennaio, con la firma del primo ministro Paolo Gentiloni, sono entrati in vigore i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (Lea). Nel 2017, dopo ben quindici anni, cambiano dunque i servizi sanitari garantiti ai cittadini e vengono aggiornate le liste di malattie croniche, malattie rare, vaccini e servizi ospedalieri il cui costo è coperto dallo Stato. Chi soffre di malattie croniche o rare riconosciute, in particolare, sarà esente anche dal pagamento del ticket.

Vediamo allora quali sono le più importanti novità previste.

 

Che cosa sono i nuovi Lea?

È bene, innanzitutto, chiarire che cosa sono i Lea.

I Livelli Essenziali di Assistenza, o Lea, sono le prestazioni e i servizi che il Servizio Sanitario Nazionale garantisce a tutti i cittadini gratuitamente o dietro pagamento del semplice ticket. L’ampliamento e l’aggiornamento dei Lea approvato giovedì, dunque, ridefinisce il numero e le specifiche delle prestazioni sanitarie delle quali potranno usufruire tutti i cittadini. I nuovi Lea hanno inoltre il compito di fare chiarezza in materia di cure ospedaliere e di ambulatorio.

 

Le nuove malattie croniche esenti da ticket

I nuovi Lea per il 2017 prevedono innanzitutto l’aggiornamento e l’ampliamento delle liste delle malattie croniche e rare il cui trattamento è interamente coperto dal Servizio Sanitario ed è quindi esente dal pagamento del ticket.

All’elenco delle malattie croniche sono state aggiunte sei nuove patologie:

  • la broncopneumopatia cronica ostruttiva;
  • il rene policistico autosomico dominante;
  • l’osteomielite cronica;
  • l’endometriosi;
  • le malattie renali croniche;
  • la sindrome da talidomide.

Sono state inoltre spostate tra le malattie croniche alcune patologie che erano già esenti da ticket perché rare. Tra queste, la malattia celiaca, la sindrome di Down e la sindrome di Klinefelter.

 

L’aggiornamento dell’elenco delle malattie rare

Con l’introduzione definitiva dei nuovi Lea è stato inoltre completamente riscritto l’elenco delle malattie rare, con l’aggiunta di 110 nuove patologie. Le cure per le malattie rare, come per quelle croniche, sono interamente coperte dal Servizio Sanitario Nazionale e quindi esenti anche dal ticket.

Tra le nuove malattie aggiunte all’elenco, la sarcoidosi, la sclerosi sistemica progressiva e la miastenia grave.

 

I nuovi vaccini che entreranno nei Lea

Prevista inoltre per il 2017 l’entrata di una serie di nuovi vaccini tra i servizi garantiti dalle Regioni ai cittadini. Il Piano Nazionale Vaccini 2016-2018, confermato dalla Legge di Bilancio 2017, stabilisce tra gli altri l’inserimento dell’anti papilloma (anche per i maschi), dell’anti pneumococco e dell’anti meningococco all’interno dei nuovi Lea.

 

La nuova assistenza ospedaliera

Per quanto riguarda l’assistenza ospedaliera, sono garantite dal 2017 le prestazioni assistenziali ordinarie, in caso di patologie acute, che richiedono assistenza medica prolungata, osservazione medico-infermieristica per 24 ore e immediata accessibilità alle prestazioni. Rientrano nelle prestazioni garantite, tra le altre, la terapia del dolore, le cure palliative e la diagnosi precoce della sordità neonatale.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!