Inammissibilità dell’appello in caso di mancato deposito della copia semplice della sentenza appellata

di Biarella Laura, Avvocato, Giornalista Pubblicista, Docente
PDF

Inammissibile l’appello nell’ipotesi ove l’appellante non abbia depositato, entro il termine di deposito di 30 giorni decorrente dall’ultima notificazione, la copia “semplice” della sentenza appellata, adempimento prescritto dall’art. 94 c.p.a. a pena di decadenza. Lo ha statuito la Sezione Giurisdizionale del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, nel decreto 8 giugno 2022, n. 165.

     Indice

  1. Il dovere di collaborazione
  2. L’indice
  3. Il deposito della copia semplice della decisione impugnata
  4. L’inammissibilità dell’appello

1. Il dovere di collaborazione

La Sezione Giurisdizionale del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana ha evidenziato che il deposito della sentenza appellata risulta espressione di un elementare, quanto gratuito (non essendo la copia della sentenza appellata soggetta a oneri fiscali), dovere di collaborazione della parte col giudice d’appello, affinché quest’ultimo, tramite la consultazione del fascicolo digitale di appello, possa in modo immediato e veloce individuare, nella moltitudine di atti processuali digitalizzati, la sentenza impugnata, senza bisogno di accedere al fascicolo di primo grado.

2. L’indice

E’ stato inoltre puntualizzato che il ricorso deve essere corredato da un indice “comprensibile”, il quale elenchi i documenti prodotti non soltanto numericamente, bensì pure con descrizione sintetica dei loro estremi e contenuto, e in tale indice la sentenza impugnata dovrebbe, in modo auspicabile, occupare il primo posto.

3. Il deposito della copia semplice della decisione impugnata

La Sezione Giurisdizionale del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana ha infine precisato che, nel vigore del c.p.a., sebbene non sia richiesto il deposito della decisione impugnata in copia autentica, perdura l’onere di deposito, a pena di inammissibilità del ricorso, della copia semplice della decisione impugnata (ex multis, Cons. St., V, 28.5.2014, n. 2773), e, tanto, anche in regime di processo amministrativo telematico (ex multis, Cons. St., IV, 26.4.2022 n. 3174), altresì specificando che la perdurante vigenza di un termine di decadenza per il deposito della sentenza gravata risulta funzionale a garantire esigenze di ordine pubblico processuale, indisponibili per le parti private, strumentali al regolare svolgimento del giudizio (Cons. St., VI, 3.6.2022 n. 4520).

4. L’inammissibilità dell’appello

Nella specie, è stato ritenuto sussistente un profilo di inammissibilità dell’appello, rilevabile d’ufficio, in quanto l’appellante non ha depositato, entro il termine di deposito di 30 giorni decorrente dall’ultima notificazione, la sentenza appellata, adempimento appunto prescritto dall’art. 94 c.p.a. a pena di decadenza.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-biarella

Biarella Laura

Laureata cum laude presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, è Avvocato e Giornalista. È autrice di numerose monografie giuridiche e di un contemporary romance, e collabora, anche come editorialista, con redazioni e su banche dati giuridiche (tra le altre Altalex, Quotidiano Giuridico, NTPLus, 24OreAvvocato, AlVolante, InSella, Diritti e Risposte, Orizzonte Scuola, Fisco e Tasse, poliziamunicipale.it). Ha svolto le funzioni di membro aggiunto presso la Corte d’Appello di Perugia, ai sensi della L. n. 69/1963. Già “cultore della materia” presso Università degli Studi E Campus nelle cattedre di “diritto privato” e “diritto della conciliazione, della mediazione e dell’arbitrato”, è moderatrice e relatrice di convegni, docente presso corsi di formazione e corsi di preparazione all’esame di abilitazione di avvocato. E' stata professore a contratto di “Arbitrato” presso l’Università degli Studi E Campus, Master in ADR, sedi di Roma e Novedrate. E' stata membro del Comitato Scientifico del corso di preparazione dell’esame di avvocato Altalex. Ha svolto docenze di diritto e procedura civile presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, ed ivi ha ricoperto il ruolo di Segretario del Comitato Scientifico. Svolge la funzione di Tutore legale presso il Tribunale dei Minorenni dell’Umbria. E' membro del Comitato di Redazione del mensile 24Ore Avvocato.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e