Il concessionario deve ostendere la copia della cartella di pagamento o attestarne l’inesistenza

di Biarella Laura, Avvocato, Giornalista Pubblicista, Docente
PDF

L’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato ha affermato l’obbligo per il concessionario di conservare, in ogni caso, la copia della cartella di pagamento, anche quando si sia avvalso delle modalità semplificate di diretta notificazione della stessa a mezzo di raccomandata postale, e, a fronte della specifica richiesta del contribuente, è tenuto a consentire l’esercizio del diritto di accesso ovvero a rilasciare una attestazione che dia atto dell’inesistenza della stessa cartella, spiegandone le ragioni (Sentenza non definitiva 14 marzo 2022, n. 4).

L’impugnazione del diniego all’istanza di accesso agli atti

Un uomo ha impugnato, dinanzi al Tar Lazio, il diniego opposto da Equitalia Sud all’istanza di accesso agli atti che aveva a oggetto 18 cartelle di pagamento, ed era finalizzata alla verifica dell’esatta corrispondenza tra le stesse cartelle ed il ruolo formatosi. Equitalia, con propria nota, aveva evidenziato che le cartelle richieste risultavano estinte, a eccezione di una sola cartella, per la quale veniva consentito l’accesso al solo estratto di ruolo. Il Tar ha respinto il ricorso, rilevando che il concessionario aveva depositato in giudizio copia delle relate di notifica relative a tutte le cartelle richieste.

L’interposizione dell’appello

Contro la sentenza ha proposto appello il contribuente, prospettando con unico e articolato motivo l’erroneità della sentenza, avendo la stessa dato valenza solutoria alla documentazione relativa alla mera attività di notificazione delle cartelle, senza considerare che queste ultime non sono mai state ostese.

La rimessione all’Adunanza Plenaria

La IV Sezione, investita del gravame, ha rilevato l’esistenza di un contrasto giurisprudenziale e ha rimesso alla Sezione alcune questioni di diritto.

I principi di diritto

L’Adunanza, in risposta ai quesiti sottoposti dalla Sezione rimettente, ha formulato i seguenti principi di diritto:

1) Il concessionario, ai sensi dell’art. 26 comma 5 del DPR 602/73, ha l’obbligo di conservare la copia della cartella di pagamento, anche quando esso si sia avvalso delle modalità semplificate di diretta notificazione della stessa a mezzo di raccomandata postale;

2) Qualora il contribuente richieda la copia della cartella di pagamento, e questa non sia concretamente disponibile, il concessionario non si libera dell’obbligo di ostensione attraverso il rilascio del mero estratto di ruolo, ma deve rilasciare una attestazione che dia atto dell’inesistenza della cartella, avendo cura di spiegarne le ragioni.

La restituzione degli atti

Formulati i principi di diritto, l’Adunanza ha rimesso alla Sezione le altre valutazioni in ordine ai profili temporali della concreta vicenda, ivi comprese quella relative all’eventuale decorso dei termini entro i quali, ai sensi dell’art. 26 comma 5 del DPR n. 602/73, il Concessionario ha l’obbligo di conservare la copia della cartella di pagamento. Pertanto, non definitivamente pronunciando sull’appello, ha affermato i principi di diritto e restituendo, per il resto, gli atti alla IV Sezione.

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

laura-biarella

Biarella Laura

Laureata cum laude presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, è Avvocato e Giornalista. È autrice di numerose monografie giuridiche e di un contemporary romance, e collabora, anche come editorialista, con redazioni e su banche dati giuridiche (tra le altre Altalex, Quotidiano Giuridico, NTPLus, 24OreAvvocato, AlVolante, InSella, Diritti e Risposte, Orizzonte Scuola, Fisco e Tasse, poliziamunicipale.it). Ha svolto le funzioni di membro aggiunto presso la Corte d’Appello di Perugia, ai sensi della L. n. 69/1963. Già “cultore della materia” presso Università degli Studi E Campus nelle cattedre di “diritto privato” e “diritto della conciliazione, della mediazione e dell’arbitrato”, è moderatrice e relatrice di convegni, docente presso corsi di formazione e corsi di preparazione all’esame di abilitazione di avvocato. E' stata professore a contratto di “Arbitrato” presso l’Università degli Studi E Campus, Master in ADR, sedi di Roma e Novedrate. E' stata membro del Comitato Scientifico del corso di preparazione dell’esame di avvocato Altalex. Ha svolto docenze di diritto e procedura civile presso la Scuola Forense dell'Ordine degli Avvocati di Perugia, ed ivi ha ricoperto il ruolo di Segretario del Comitato Scientifico. Svolge la funzione di Tutore legale presso il Tribunale dei Minorenni dell’Umbria. E' membro del Comitato di Redazione del mensile 24Ore Avvocato.


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

  • Rimani aggiornato sulle novità del mondo del diritto
  • Leggi i commenti alle ultime sentenze in materia civile, penale, amministrativo
  • Acquista con lo sconto le novità editoriali – ebook, libri e corsi di formazione

Rimani sempre aggiornato iscrivendoti alle nostre newsletter!

Iscriviti alla newsletter di Diritto.it e