Fisco: Equitalia chiusa entro la fine dell’anno?

Fisco: Equitalia chiusa entro la fine dell’anno?

Redazione

Versione PDF del documento

Entro la fine del 2016 Equitalia verrà chiusa e il Governo varerà una nuova riforma fiscale ad ampio raggio. Questo quanto dichiarato ieri mattina dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi nel corso di un’intervista a Rtl 102.5. Confermati e rafforzati dunque gli annunci dei mesi precedenti che prospettavano una chiusura di Equitalia entro il 2018.

 

Leggi qui l’annuncio di Renzi del 18 maggio.

 

Il futuro del Gruppo Equitalia

Nel corso dell’intervista radiofonica Renzi rende noto che la riforma fiscale che più volte era stata indicata come prioritaria nei piani del Governo si trova già a uno stadio avanzato di discussione. Rispondendo a un tweet di uno dei radioascoltatori, il Premier ha infatti annunciato che “entro l’anno arriverà il decreto che cambierà il modo di concepire il rapporto tra fisco e cittadini“. Equitalia, ha specificato Renzi, “non ci sarà più, che non vuol dire che le multe non si pagano più ma cambierà come”. Insomma, la società di riscossione dovrebbe sparire ma i cittadini che hanno pendenze debitorie nei confronti del fisco non vedranno cancellate le loro sanzioni. Il lavoro di Equitalia sarà invece svolto, con tutta probabilità, direttamente da una branca dell’Agenzia delle Entrate.

Il DDL che aveva inizialmente proposto tale cambiamento è del 2014, e prevedeva che la Direzione Centrale dell’Agenzia delle Entrate si sostituisse a Equitalia nella riscossione dei tributi sul territorio. Quale sarà, però, il futuro degli attuali dipendenti di Equitalia? Secondo i piani del Governo, i lavoratori dovrebbero essere assorbiti in toto dall’Agenzia delle Entrate. Non dovrebbero quindi correre, almeno in linea teorica, nessun rischio di licenziamenti ed esuberi; i dipendenti dovrebbero persino mantenere le stesse retribuzioni e lo stesso trattamento ai fini pensionistici. La loro futura condizione, tuttavia, non manca di suscitare preoccupazione: i dipendenti Equitalia sono infatti inquadrati come personale “privato”, e il passaggio all’Agenzia delle Entrate li renderebbe lavoratori pubblici. Questo potrebbe voler dire che gli attuali dipendenti Equitalia dovranno passare attraverso un concorso pubblico prima di poter essere integrati all’interno dell’Agenzia.

 

Il cambiamento del rapporto tra fisco e cittadino

Restano ancora da sciogliere, dunque, alcuni dei nodi più importanti relativi all’imminente riforma fiscale. Quello che sembra certo, invece, è l’intenzione del Governo di dare un volto nuovo alla riscossione dei tributi e tentare di migliorare il rapporto tra il fisco e il cittadino. Si vuole privilegiare, dunque, la compliance e arrivare a un rapporto meno ostile e addirittura di vera collaborazione tra le due parti. Una parola d’ordine, quella della collaborazione, che Equitalia stessa sembra aver recepito, anche allo scopo di rimandare o evitare la chiusura: ne è un esempio lampante il lancio dell’app per cellulari e tablet Equiclick, scaricabile da pochi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it