Elezioni Consigli metropolitani e Province: i risultati

di Redazione

Ieri si è conclusa la prima tornata elettorale dopo la legge Delrio. Ecco i risultati. Lanzetta e Bressa: “ottima partecipazione, segnale molto positivo”

Tratto da www.lagazzettadeglientilocali.it

Genova, la percentuale dei votanti per il Consiglio metropolitano è stata pari 84,67% del totale (691 su 815 aventi diritto). Su 18 Consiglieri totali, 13 vanno alla lista “Costituente per la Città metropolitana”, 3 alla lista “Comuni e comunità” e 2 alla “Liste civiche noi per l’area vasta – liberi di scegliere”. Il consiglio metropolitano sarà composto da 6 Sindaci e 12 Consiglieri Comunali.

Firenze ha fatto registrare la più alta percentuale di votanti tra i Consigli metropolitani, il 92,16% (635 votanti su 688 aventi diritto). In Consiglio metropolitano entrano 14 consiglieri eletti nella lista Partito Democratico e 1 Consigliere per ciascuna delle liste “Città metropolitana Territori Beni Comuni”;  “Forza Italia”, “Movimento 5 Stelle”,  “Liste civiche per la Città Metropolitana”. Il Consiglio metropolitano di Firenze è composto da 18 consiglieri.

Bologna dei 18 seggi totali a disposizione per il nuovo Consiglio metropolitano , 12 vanno al Partito democratico, 3 alla lista Uniti per l’alternativa e 1 seggio ciascuno alle liste “Rete civica”, “Movimento 5 Stelle –Beppegrillo.it”,  “Sinistra per i beni comuni”.  Degli 834 aventi diritto al voto ha votato l’84,53% (          705 sindaci e consiglieri comunali).

Per l’elezione  dei 24 seggi per il Consiglio metropolitano di Milano hanno votato 1.657 sindaci e consiglieri comunalisu 2.054 aventi diritto al voto, (l’80,6%).  14 seggi sono andati alla lista “Centrosinistra per la Città metropolitana”; 6 seggi alla lista “Insieme per la Città metropolitana”; 2 seggi alla lista “Lega Nord – Lega Lombarda – Padania”;  2 seggi alla “Lista Civica Costituente Per La Partecipazione – La Citta’ dei Comuni”.

Molto alta l’affluenza al voto anche nelle Province.

Per la Provincia di Taranto  è stata del 96,40% con 457 votanti su 474 aventi diritto. Il nuovo Presidente della Provincia è il Sindaco di Massafra Martino Tamburrano. In Consiglio entrano 6 consiglieri per la lista “Forza Italia”; 4 Consiglieri per la lista “Partito democratico” e 2 Consiglieri per la lista “Centrosinistra”, per un totale di 12 Consiglieri.

Alto anche il dato di affluenza a Vibo Valentia, con il 90% (445 votanti su 490 aventi diritto). Il nuovo Presidente della Provincia è il Sindaco di Briatico, Andrea Niglia. In Consiglio Provinciale, 5 seggi sono andati alla lista “Insieme per la Provincia di Vibo Valentia Adesso”,  3 seggi alla lista “PD amministratori vibonesi indipendenti” e due alla lista “Dalla parte giusta NCD-UDC”, per un totale di 10 consiglieri.

Bergamo il nuovo Presidente della Provincia è Matteo Rossi, consigliere provinciale uscente. In Consiglio, conquista 7 seggi la lista “Democratici e civici per la bergamasca”; 4 seggi vanno alla Lega nord Lega lombarda Berghem ; 3 seggi alla lista “Civici e popolari per Bergamo” e 2 seggi alla lista “Provincia bene comune”. In totale i consiglieri provinciali sono 16.    Al voto ha partecipato il 73,56% degli aventi diritto, 2.098 elettori su 2.851

Il nuovo Presidente della Provincia di Lodi è Mauro Soldati, Consigliere provinciale uscente. A votare è stato l’84,18% degli aventi diritto (595 elettori su 708). L’assegnazione dei 10 seggi per il consiglio provinciale sarà completata dall’ufficio elettorale domani. 

Sondrio il nuovo Presidente della Provincia è Luca Della Bitta, Sindaco di Chiavenna. Entrano in Consiglio 7 Consiglieri per la Lista “Per il territorio Valchiavenna” e 3 Consiglieri per la lista “Il coraggio del futuro”, per un totale di 10 consiglieri . Quanto ai dati di affluenza, ha votato l’83,14% degli aventi diritto (700 elettori su 840)

Ancora in corso le elezioni per la Provincia di Ferrara, che vota oggi. I seggi qui si chiuderanno questa sera alle 20,00 e domani avranno luogo gli scrutini.

Città metropolitane e province, Lanzetta e Bressa: “ottima partecipazione, segnale molto positivo”
L’ottima partecipazione registrata alla prima tornata elettorale di secondo livello per i Consigli metropolitani e provinciali è un “segnale molto positivo”. Lo dichiarano in una nota il Ministro per gli affari regionali e le autonomie Maria Carmela Lanzetta e il sottosegretario Gianclaudio Bressa. “Dai dati – spiegano – emerge chiaramente l’indicazione che la Legge Delrio è ormai una realtà concreta e positiva sui nostri territori. Il cambiamento del nostro assetto di governo locale è in atto e da questo voto di secondo livello nasceranno organismi nuovi, a servizio dei Comuni e delle amministrazioni che saranno sempre più protagonisti delle scelte per la valorizzazione del loro territorio”.
Il commento dei due esponenti del governo arriva a poche ore dalla dichiarazione congiunta dei presidenti dell’Anci, Piero Fassino e dell’Upi Alessandro Pastacci che in mattinata hanno divulgato dati di affluenza, nazionale (85%) e per singola Provincia, parlando di “risultato molto positivo” che dimostra come “il valore e la responsabilità del voto di secondo livello è stato ben compreso da Sindaci e Consiglieri Comunali”.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!