Dopo il divorzio breve in arrivo il divorzio diretto?

di Redazione

Sono recenti le novità introdotte dalla legge 55/2015 in materia di riduzione dei termini che necessariamente devono intercorrere tra separazione e divorzio e sembra già in arrivo una nuova accelerata al procedimento che porta al divorzio.

E’ infatti in corso di esame in commissione giustizia il disegno di legge n. 1504-bis (vedi allegato) che introduce dopo l’articolo 3 della legge 1° dicembre 1970, n. 898, un articolo 3-bis secondo il quale lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio può essere richiesto da entrambi i coniugi, con ricorso congiunto presentato esclusivamente all’autorità giudiziaria competente, anche in assenza di separazione legale.

Si ricordi che la legge 55/2015 ha previsto che il divorzio può essere chiesto dopo una separazione di sei mesi (in caso di separazione consensuale) o di dodici mesi (in caso di separazione giudiziale).

Se il divorzio diretto diventasse legge, il divorzio verrebbe svincolato del tutto dalla separazione, evitando l’attesa dei sei o dodici mesi. A patto però, secondo quanto previsto dal disegno di legge, che non vi siano figli minori, figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave ovvero figli di età inferiore ai ventisei anni economicamente non autosufficienti.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!