Dichiarazione Iva 2017 proroga o scadenza? Modello e Ultime istruzioni

Dichiarazione Iva 2017 proroga o scadenza? Modello e Ultime istruzioni

Redazione

Riportiamo di seguito un abstract dell'articolo, che può essere letto integralmente su Leggi Oggi a questo indirizzo

Versione PDF del documento

Dichiarazione IVA 2017, prossima la scadenza entro cui va presentata, relativamente all’anno di imposta 2016. Si tratta del 28 febbraio, dal momento che non può più essere presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi.
Sei interessato alla materia fiscale? Scarica qui il nostro ebook!
Dichiarazione Iva 2017 proroga: oggi si saprà
Sembra rimandata, infatti, la proroga della scadenza, promessa dal Consiglio dei Ministri all’interno del Milleproroghe. L’unica speranza che ciò avvenga risiede nella possibilità a che oggi, giovedì 23 febbraio, il Consiglio dei ministri, riunendosi, ne discuta. Altrimenti, solo un atto firmato dall’Agenzia delle Entrate, su accordo del Mef, potrebbe cambiare le cose. Certo a nulla varranno le modifiche intervenute dopo la scadenza del 28 febbraio.
In ogni modo, come si presenta la dichiarazione Iva?
L’invio della dichiarazione IVA è esclusivamente telematico, diretto all’Agenzia delle Entrate. Essa può essere trasmessa:

direttamente;
tramite un intermediario abilitato;
tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni);
tramite società appartenenti al gruppo.

 

Per approfondire: Istruzioni Dichiarazione Iva 2017, nuova trasmissione telematica documento riepilogativo

Approfondisci Speciale Iva
Dichiarazione Iva 2017: modalità di presentazione
La dichiarazione IVA si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate, di cui è data comunicazione sempre per via telematica (da non confondersi con la conferma di avvenuto invio del file). A seguito della ricezione, la dichiarazione sarà visualizzabile all’interno del sito nella sezione “Ricevute”.
Dichiarazione IVA 2017: Presentazione diretta
I contribuenti (solo persone fisiche) che scelgono di trasmettere direttamente la propria dichiarazione utilizzano i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, tra cui Entratel (obbligatorio per i soggetti non residenti, che si sono identificati direttamente ai fini IVA nel territorio dello Stato) e Fisconline.
Scarica qui il Modello Dichiarazione Iva ed il Modello Dichiarazione Iva Base
Dichiarazione IVA 2017:Presentazione tramite intermediari abilitati
Gli intermediari trasmettono all’Agenzia delle Entrate per via telematica

le dichiarazioni da loro predisposte per conto del dichiarante
le dichiarazioni predisposte dal dichiarante stesso e per le quali hanno assunto l’impegno alla presentazione per via telematica.

Chi sono gli intermediari obbligati?
Sono obbligati alla presentazione telematica delle dichiarazioni gli intermediari abilitati appartenenti alle seguenti categorie:

gli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali e dei consulenti del lavoro;
gli iscritti alla data del 30 settembre 1993 nei ruoli dei periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio per la subcategoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o economia e commercio o equipollenti o di diploma di ragioneria;
gli iscritti negli albi degli avvocati;
gli iscritti nel registro dei revisori contabili di cui al d.lgs. 21 gennaio 1992, n. 88;
le associazioni sindacali di categoria tra imprenditori di cui all’art. 32, comma 1, lettere a), b) e c), del d.lgs. n. 241 del 1997;
associazioni che raggruppano prevalentemente soggetti appartenenti a minoranze etnico-linguistiche;
i Caf – dipendenti;
i Caf – imprese;
coloro che esercitano abitualmente l’attività di consulenza fiscale;
i notai iscritti nel ruolo indicato nell’art. 24 della legge 16 febbraio 1913, n. 89
gli iscritti negli albi dei dottori agronomi e dei dottori forestali, degli agrotecnici e dei periti agrari.
gli studi professionali e le società di servizi in cui almeno la metà degli associati o più della metà del capitale sociale sia posseduto da soggetti iscritti in alcuni albi, collegi o ruoli.

Gli intermediari abilitati devono ottemperare ad alcuni oneri, sul rispetto dei quali deve vigilare il dichiarante che dà incarico.

DECRETO FISCALE 2017
Giuseppe Debenedetto – Vincenzo Giannotti, 2016, Maggioli Editore
Il 24 novembre 2016 è stato definitivamente convertito, con modificazioni, il Decreto-Legge n. 193 del 22/10/2016 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili” (cd. Decreto fiscale 2017).
Il provvedimento…

9,90 € 8,91 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Potrebbe interessarti l’e-book Le dichiarazioni integrative a favore dopo le novità del D.L. 22 ottobre 2016, n. 193 (Decreto fiscale collegato alla legge di stabilità 2017).

Dichiarazione IVA 2017: Presentazione tramite società del gruppo
I gruppi societari che abbiano almeno una società o ente obbligato alla presentazione delle dichiarazioni per via telematica, potranno effettuare la trasmissione solo attraverso il servizio telematico Entratel. Si considerano appartenenti al gruppo

l’ente (anche non commerciale) e la società (anche di persone) controllante
le società controllate (società le cui azioni o quote sono possedute dall’ente o società controllante o tramite altra società controllata da questo per una percentuale superiore al 50% del capitale fin dall’inizio del periodo d’imposta precedente).

Approfondisci Speciale Agenzia Entrate

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!