Corte dei conti – det. N. 80/2007 – sezione controllo enti – Autorita’ portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta - relazione sul controllo sulla gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259

Corte dei conti – det. N. 80/2007 – sezione controllo enti – Autorita’ portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta – relazione sul controllo sulla gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259

Versione PDF del documento

Con la determina n. 80/2007 la Corte dei Conti – Sezione Controllo Enti, ai sensi dell’art. 7 della L. 259/58, trasmette alle Presidenze delle due Camere del Parlamento la relazione contenente i risultati del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell’ l’Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, relativamente agli esercizi 2004 – 2005.
L’attività di controllo ha registrato che sono aumentate significativamente rispetto agli esercizi precedenti. le spese per il personale e quelle per le consulenze nonostante i vincoli posti dall’articolo 1, comma 11, della legge 30 dicembre 2004, n.311.
Inoltre, nel corso dell’anno 2004, il Comitato portuale ha autorizzato la Compagnia portuale “scarl” alla fornitura di manodopera temporanea alle operazioni portuali; a tal fine sono stati approvati, ai sensi del citato art. 17 comma 10, della legge n.84 del 1994, i regolamenti per la disciplina della fornitura di lavoro temporaneo e i criteri per la determinazione delle tariffe del servizio reso.
Con riferimento ai canoni demaniali, nell’ambito della razionalizzazione e soprattutto al fine di incrementare le entrate dei canoni stessi, l’Autorità ha dato incarico ad una società specializzata di rilevare per ogni concessione l’ubicazione nell’ambito del porto e le sue dimensioni. Il nuovo criterio di gestione del demanio marittimo, che ha implicato anche l’applicazione di strumenti informatici per il controllo e la gestione delle concessioni, ha comportato un sensibile incremento delle entrate accertate derivanti da canoni demaniali, riducendo inoltre i tempi necessari per gli incassi.
A tale scopo, l’Autorità ha attivato un nuovo sistema di monitoraggio delle scadenze, con immediata emissione di solleciti di pagamento, e l’avvio, in caso di persistente inadempienza, delle azioni di recupero.
In merito alle opere di grande infrastrutturazione, i giudici hanno rilevato come l’Autorità portuale di Civitavecchia sia fortemente impegnata nella realizzazione di tali interventi presso i tre porti rientranti nella sua competenza.
Per quanto concerne il traffico portuale, i dati relativi al porto di Civitavecchia evidenziano un trend negativo per le merci movimentate e, per contro, un aumento sia dei passeggeri, che dei mezzi di trasporto in arrivo e in partenza.
Infine, i risultati della gestione finanziaria e patrimoniale degli esercizi in riferimento sono secondo il Collegio tutti positivi, avendo l’Autorità conseguito, in entrambi gli esercizi, avanzi finanziari di competenza, consistenti avanzi di amministrazione ed avanzi economici, incrementando così il valore del patrimonio netto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it