Corte dei conti – det. N. 5/2008 – sezione controllo enti – Ente nazionale italiano per il turismo (E.n.i.t.) – relazione sul controllo di gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259.

Corte dei conti – det. N. 5/2008 – sezione controllo enti – Ente nazionale italiano per il turismo (E.n.i.t.) – relazione sul controllo di gestione ex legge 21 marzo 1958 n. 259.

Versione PDF del documento

Con la determina n. 5/2008 la Corte dei Conti – Sezione Controllo Enti, ai sensi dell’art. 7 della L. 259/58, trasmette alle Presidenze delle due Camere del Parlamento la relazione contenente i risultati del controllo eseguito sulla gestione dell’Ente nazionale italiano per il turismo (E.N.I.T.) per l’esercizio 2006, unitamente ai relativi conti consuntivi accompagnati dalle relazioni degli organi amministrativi e di revisione. 
Preliminarmente il collegio sottolinea come completato, verso la fine dell’anno in riferimento, l’organigramma del Consiglio di amministrazione, l’attività collegiale si sia dispiegata pienamente solo nel corso dell’anno 2007.
Per l’anno 2006, la Sezione conferma le osservazioni svolte nell’ambito della precedente relazione con riferimento ai segni di ripresa dell’industria turistica italiana dopo la crisi che aveva colpito, a livello mondiale, il settore, considerato che i segni di ripresa si sono consolidati e accentuati nonostante i limiti finanziari dell’Ente evidenziati più volte nel corso di questa relazione.
Secondo il collegio, il miglioramento del trend positivo è dipeso in gran parte dalla migliorata congiuntura internazionale ma va riconosciuto che l’attività dell’Agenzia ha utilmente assecondato tale tendenza mediante l’individuazione degli strumenti di pianificazione strategica da cui è derivata la programmazione delle iniziative da realizzare nel corso dell’anno 2006 e le concrete realizzazioni, fra cui essi citano: la realizzazione di una serie di attività di co-marketing con finanziamento parziale a carico dell’Ente, il consolidamento e lo sviluppo del sistema dei rapporti con le organizzazioni turistiche internazionali e con l’organizzazione periferica nazionale, il garantire la presenza di qualificati operatori stranieri alle Borse turistiche organizzate in Italia da soggetti pubblici e da soggetti privati, nonché la continua cura delle pubbliche relazioni, con la partecipazione a manifestazioni e convegni di settore, in particolare degli Organi di vertice (politico e burocratico).
Vengono altresì richiamate talune osservazioni formulate nell’ambito della Relazione per l’attività dell’Ente nell’anno 2005 (attuazione del principio di distinzione tra funzioni di indirizzo e di controllo, proprie degli organi “politici”, e compiti di gestione, di competenza della dirigenza; definizione degli obiettivi da proporre al Direttore Generale ai fini della attribuzione dell’indennità di risultato; il ritardo nella introduzione di un sistema di contabilità analitica per centri di costo e nella istituzione del controllo di gestione) da ritenersi per i giudici ancora attuali con riferimento al periodo esaminato.
Infine, per quanto riguarda l’aspetto economico-finanziario, il Collegio segnala un discreto disavanzo economico che ha reso necessario l’utilizzazione dell’avanzo di amministrazione registrato al 31 dicembre 2005 incidendo così sul patrimonio netto.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!